lunedì, Novembre 28
Shadow

Rimandato il lancio della Artemis I

Rimandato il lancio della Artemis I. Non ci resta che attendere il 2 settembre, prossima data del lancio. La NASA ha deciso di rinviare il lancio per un problema al motore. Era tutto pronto per il lancio che doveva avvenire dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, rampa di lancio 39B, per la missione Artemis I che ha come obiettivo quello di riportare l’uomo sulla Luna, cinquant’anni dopo lo sbarco di Neil Armstrong e Buzz Aldrin.

Il lancio dell’astronave Orion, attraverso il razzo Sls era previsto dalle ore 14:33 ora italiana, con una finestra di lancio di due ore. La NASA aveva già stabilito altri giorni se il lancio non poteva avvenire, che sono rispettivamente il 2 o il 5 settembre.

La NASA ha deciso di rimandare il lancio a causa di un problema al motore numero 3, che inizialmente aveva portato l’agenzia sospendere temporaneamente il conto alla rovescia per il lancio. Il countdown è stato bloccato dalla NASA quando mancavano 40 minuti. Questo per dare la possibilità ai tecnici di cercare di risolvere i problemi su uno dei quattro motori del RS-25.

Secondo quanto riferito non dovrebbe esserci nessuna crepa strutturale nello stadio centrale del razzo. Il problema sembrerebbe essere la formazione di ghiaccio. Tra le ipotesi c’era anche quella di una possibile perdita di idrogeno. Gli ingegneri, attualmente, stanno cercando di risolvere il problema al motore numero 3, e raccogliendo più informazioni possibili sull’accaduto.

Il lancio è stato rinviato al 2 settembre. Gli ingegneri della Argotec hanno dichiarato in diretta che: “Una crepa che potrebbe non essere un problema strutturale, quindi non grave e risolvibile in tempi ragionevoli”. L’Argotec è l’azienda torinese che si è occupata della progettazione e dell’assemblaggio dell’ArgoMoon, unico satellite europeo a bordo della missione.

La missione Artemis I

L’Artemis I è una missione progettata per il collaudo del nuovo vettore spaziale, lo Space Launch System e la nuova astronave Orion, senza equipaggio a bordo. La NASA a tal proposito ha spiegato che: “Gli obiettivi principali di Artemis I sono la dimostrazione dei sistemi di Orion in un ambiente di volo spaziale e la garanzia di un rientro, una discesa, un ammaraggio e un recupero sicuri prima del primo volo con equipaggio che avverrà con Artemis II”.

La missione avrebbe avuto una durata di 42 giorni, 3 ore e 20 minuti. Con il rinvio il tempo previsto è di 40 giorni. Durante la missione verranno percorsi oltre due milioni di chilometri per circumnavigare il nostro satellite. Il ritorno sul nostro pianeta è previsto per il 10 di ottobre.

FONTE:

https://www.corriere.it/tecnologia/22_agosto_29/artemis-missione-nasa-tornare-luna-8f6ab1e7-ca01-4152-a545-129d1745bxlk.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: