• 16 Agosto 2022 4:10

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

La rara polvere lunare raccolta da Neil Armstrong all’asta. Il materiale era stato raccolto durante la missione dell’Apollo 11. Durante questo mese verrà effettuata l’asta delle particelle di polvere lunare raccolte dall’astronauta della NASA nel 1969.

La società incaricata di effettuare l’asta è la Bonhams, che ha stimato il valore del campione ad una cifra compresa tra 800.000 e 1,2 milioni di $. Questo è l’unico campione di polvere lunare, che può essere legalmente venduto, noto fino ad oggi appartenetene alla missione dell’Apollo 11. Secondo lo specialista di Bonhams, Adam Stackhouse, la sua rarità rende difficile la stima del campione.

Adam Stackhouse, per poter stimare il campione, ha preso in esame gli altri pochi campioni di polvere lunare che sono stati venduti. Inoltre, ha tenuto conto del significato dell’evento storico da cui ha avuto origine. Secondo l’esperto di aste, le persone stanno già esprimendo interesse per l’evento, che non avverrà prima di metà aprile.

La storia della polvere lunare

Questa particolare reliquia dell’Apollo 11 è stata oggetto di una storia piuttosto controversa. Armstrong riportò il campione di polvere lunare sulla Terra. Successivamente, la NASA diede in prestito il campione ad un museo spaziale, che fu poi sequestrato per una condanna di frode e furto.

Il campione fu venduto all’asta dalla US Marshalls Service a una persona residente nell’Illinois la signora Nancy Lee Carlson nel 2015 per una cifra di 995 dollari. La polvere è stata poi inviata alla NASA, per poterne identificare l’origine, secondo quanto riferito da Adam Stackhouse.

Una volta compreso di cosa si trattasse, la NASA ha deciso di non restituire il campione a Nancy Lee Carlson. Quest’ultima ha però fatto causa alla NASA, costringendo con la vincita i funzionari dell’agenzia a restituirle il campione.

La polvere lunare è stata venduta nel 2017 per 1,8 milioni di dollari. La società incaricata attualmente per l’asta, ha fatto esaminare il materiale del campione per essere certo che provenisse dalla Luna. Il campione sarà venduto per conto di Nancy Lee Carlson.

I cimeli spaziali

Esistono molti oggetti spaziali in in vendita, oggetti molto costosi che vengono venduti per almeno un milione di dollari. Tra questi cimeli troviamo un frammento dello Sputnik I, il primo satellite artificiale lanciato dall’Unione Sovietica nell’orbita terrestre nel 1957. L’oggetto possiede un valore compreso tra gli 80 e i 120 milioni di dollari.

La Bonhams è stata incaricata anche della vendita di una mappa della Luna autografata da 15 astronauti dell’Apollo, tra cui Armstrong e Buzz Aldrin. Questa ha un valore compreso tra i 20.000 e 30.000 di $. Se vuoi partecipare all’asta, questa si terrà il 13 aprile presso la galleria Bonhams di New York.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2022/04/02/world/lunar-dust-neil-armstrong-apollo-11-scn/index.html?fbclid=IwAR1UHL1afYqEyKcKrIomGC6tPNsBnvkJqodyoUmh2g8BXLIOkLzYbnUHhZ0

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.