• 20 Maggio 2022 10:11

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Svelato il mistero del cubo lunare. Il rover cinese, nei primi giorni di dicembre, ha immortalato un misterioso cubo situato sulla Luna. Adesso, attraverso delle attente analisi, è stata compresa la natura dell’oggetto.

Il rover cinese Yutu 2 ha fatto molto clamore quando a dicembre ha immortalato un misterioso oggetto a forma di cubo situato sulla superficie del nostro satellite. L’oggetto ha fin da subito creato molte speculazioni e polemiche, soprattutto da quando è stato definito dall’agenzia spaziale cinese una “capanna misteriosa”.

Il rover cinese si è subito diretto verso l’oggetto scoprendo così che si trattava di una roccia, che non è neanche risultata a forma di cubo. Il sito web cinese OurSpace, ha di recente pubblicato il suo “Yutu No. 2 Driving Diary”, una specie di diario di viaggio del rover cinese. Il sito OurSpace, affiliato alla CNSA, ha spiegato in quale modo il rover Yutu ha percorso gli 80 metri stimati, per poter immortalare un’immagine, da vicino, del misterioso cubo.

I ricercatori del sito web hanno dichiarato che: “Lontano nel cielo, la misteriosa capanna, che risultava alta quanto come l’Arco di Trionfo, si rilevava sempre più piccola mentre il rover si avvicinava. Il team del rover è rimasto un po’ deluso nel comprendere la verità”.

La misteriosa roccia immortalata dal rover Yutu

L’oggetto è stato analizzato dai geologi e dagli astronomi planetari, che avevano inizialmente ipotizzato che fosse un masso caratterizzato da dei colori accessi posizionato sul bordo di un cratere.

Le immagini orbitali raccolte dal Lunar Reconnaissance Orbiter non avevano rilevato niente di così straordinario. Lo strumento aveva soltanto individuato delle formazioni rocciose presenti intorno al cratere, luogo in cui si sarebbe dovuto trovare il misterioso cubo. La percezione della forma dell’oggetto potrebbe essere stata solo una vista pixelata di un oggetto distante.

Il fatto che sia semplicemente una roccia non significa che si possa escludere che sia un oggetto interessante. Un oggetto di questo tipo, situato su un bordo di un cratere con una certa composizione potrebbe possedere una storia importante, ovviamente geologicamente parlando.

I ricercatori hanno pubblicato sul sito di Our Space, per chiunque voglia approfondire, un resoconto dettagliato di tutto il tragitto effettuato dal rover Yutu, in missione per svelare il mistero del cubo. La scoperta della natura dell’oggetto ha purtroppo creato in tutti un po’ di delusione. Questa è stata possibile grazie all’avvicinamento del rover che ha così immortalato un’immagine nitida dell’oggetto.

La roccia è stata denominata  “Jade Rabbit”, un nome dovuto al suo aspetto di un coniglio che sta per mangiare. Il rover Yutu, attualmente, ha già percorso oltre 1000 metri, più precisamente quota 1003,9 metri, da quando è giunto sulla superficie lunare, il 3 gennaio del 2019. Lo strumento continuerà la sua esplorazione sul lato nascosto della Luna, con l’intento di svelarci altri interessantissimi segreti presenti sul nostro satellite.

FONTE:

https://www.passioneastronomia.it/cubo-lunare-svelato-il-mistero-ecco-cose/?amp&fbclid=IwAR2to6vwmJQfSzX6PHksdc45wNnM695VLn043WrHUGFQC0TjSInP9zQcrco

https://www.universetoday.com/153933/chinas-rover-checks-out-that-weird-cube-on-the-moon-surprise-its-a-rock/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.