• 1 Maggio 2022 10:21

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

NASA: diffuse alcune delle immagini catturate dalla sonda solare Parker

La NASA ha diffuso alcune delle immagini catturate dalla sonda solare Parker Solar Probe, in cui sono visibili le piume coronali, la Via Lattea, la Terra, Mercurio, Marte, Giove, Saturno e infine Venere. La sonda Parker Solar Probe, nei giorni scorsi, è riuscita a entrare all’interno dell’atmosfera superiore della nostra stella, riuscendo così a toccare il Sole.

Oggi sono state rese disponibili le prime spettacolari immagini immortalate dalla sonda, riprese durante l’avvicinamento al Sole. Le immagini, che sono state immortalate dall’8 al 12 agosto, sono state catturate mentre la sonda Parker viaggiava ad una velocità pari a 529.200 chilometri orari.

Le immagini

I montaggi prodotti dalla NASA mostrano non soltanto il Sole, ma anche la Via Lattea, la Terra e i pianeti Mercurio, Marte, Giove, Saturno e Venere. L’astrofisico Grant Tremblay, dell‘Harvard & Smithsonian Center for Astrophysics, ha reso possibile, con il suo lavoro, l’individuazione dei pianeti presenti nel video.

La sonda ha permesso, per la prima volta, di osservare da vicino le piume coronali. La NASA ha spiegato l’importanza delle immagini raccolte dichiarando che: “La Parker Solar Probe, attraversando la corona, ha volato vicino alle strutture chiamate piume coronali”. Le piume coronali non sono altro che delle strutture che hanno la forma di lunghe e sottili stelle filanti. Queste si spingono verso l’esterno dal polo nord e sud del Sole.

La NASA continua spiegando che: “La cattura di queste immagini è stata possibile proprio grazie al fatto che la sonda ha volato sopra e sotto queste strutture. Fin’ora non era mai stato possibile osservare, così da vicino, le piume coronali”.

Altre informazioni

La missione di Parker Solar Probe prevede ancora una durata di altri quattro anni. I passaggi più importanti saranno gli ultimi tre, che avverranno alla fine del 2024 e all’inizio del 2025. Questi porteranno la sonda ad una distanza di meno di 6 milioni di chilometri dalla superficie del Sole.

Le indagini dettagliate su Internet dell’astrofisico Grant Tremblay, dell’Harvard & Smithsonian Center for Astrophysics, nonostante la NASA non abbia confermate quali siano i pianeti, hanno fornito alcune risposte.

Secondo quanto riferito da Grant Tremblay, insieme all’aiuto dello scienziato computazionale Karl Battams Andrew Phillips, in ordine di apparizione, vediamo prima Marte, Mercurio, Venere, la Via Lattea, Saturno e infine la TerraGiove.

La sonda dovrà effettuare altri 15 perielio e affronterà altri quattro anni, periodo in cui dovrà raccogliere dati da analizzare. Alla fine della missione potremo finalmente comprendere maggiori informazioni sull’enigmatica stella che alimenta il nostro mondo. 

Il video

Le immagini riprese sono state catturate dallo strumento WISPR, acronimo di Wide-field Imager for Solar Probe, della sonda Parker. Le strisce che la sonda sta attraversando non sono altro che delle stelle filanti coronali, ossia degli enormi anelli di gas e plasma caricati elettricamente che collegano due regioni di polarità opposta sul Sole. 

Queste sono estese dal vento solare e risultano essere molto brillanti a causa di un’alta presenza di elettroni. Le stelle filanti, solitamente, si possono osservare solo dalla Terra quando avviene un’eclissi. Il video mostra la sonda che vola sia sopra che sotto di loro all’interno della corona.

VIDEO:

FONTI:

https://www-dday-it.cdn.ampproject.org/v/s/www.dday.it/redazione/41402/immagini-sonda-sole.amp?amp_js_v=a6&amp_gsa=1&usqp=mq331AQIKAGwASCAAgM%3D&fbclid=IwAR1zLljyNlVjvRYDXbsXoMOF8RieT_Te0O0miPLl0IgK3kgNAQZBhI0l1NM#aoh=16400923100159&csi=0&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&amp_tf=Da%20%251%24s&ampshare=https%3A%2F%2Fwww.dday.it%2Fredazione%2F41402%2Fimmagini-sonda-sole

https://www.sciencealert.com/the-footage-from-the-first-spacecraft-to-fly-through-the-sun-s-corona-is-insane

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.