• 9 Novembre 2021 23:26

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

La banana è il cibo che contiene più potassio? Ecco 10 alimenti che ne contengono più delle banane. Sono molti i cibi, facilmente reperibili, che contengono molto più potassio delle banane. Tra questi troviamo ad esempio l’avocado e le patate. In questo articolo andremo a scoprire tutti gli alimenti che possono essere consumati per integrare il potassio al nostro organismo.

Il potassio è un minerale molto prezioso. Infatti, la sua carenza all’interno dell’organismo può essere la causa dell’insorgenza dei crampi muscolari. Questo minerale è un elettrolita indispensabile per il funzionamento delle nostre cellule. Il potassio riesce a regolare il battito del cuore, garantisce il corretto funzionamento dei muscoli e dei nervi. Inoltre, è necessario per sintetizzare le proteine ​​e metabolizzare i carboidrati.

Purtroppo, oggi giorno il potassio non viene assunto nelle giuste quantità, uno squilibrio che può divenire uno dei principali responsabili dell’ipertensione, una malattia che solo in Italia colpisce il 33% degli uomini e il 31% delle donne.

La giusta quantità di potassio

La quantità corretta di assunzione giornaliera di potassio è di almeno 3 grammi al giorno. Generalmente si pensa alle banane come una buona fonte di potassio. Queste contengono per 100 g di prodotto 350 mg di potassio.

Ma questo non è l’unico frutto che contiene il potassio. Infatti, altre qualità di frutta, ma anche di verdura, lo possiedono. Ecco una lista dei 10 alimenti che apportano molto potassio, anche più delle banane.

L’avocado

Il primo alimento della lista è l’avocado. Questo frutto ricco di grassi buoni, è una fonte particolarmente ricca di vitamina K e di acido folico. L’avocado contiene su 100 grammi di peso 487 mg di potassio. Un solo frutto, quindi, ci apporterà il 20% del fabbisogno giornaliero di potassio.

L’avocado è anche un frutto ideale per chi soffre di pressione alta, perché contiene un basso contenuto di sodio, soltanto lo 0,5% dell’assunzione giornaliera raccomandata, un minerale sconsigliato a chi soffre appunto di pressione alta. 

L’Anguria

L’anguria, la regina indiscussa dell’estate, è una preziosissima fonte di potassio. Una quantità di circa 500 grammi ci apporterà 640 mg di potassio. Inoltre, la stessa quantità, con soltanto 172 calorie, ci fornirà anche la vitamine A e C, e il magnesio.

La passata di pomodoro

La passata viene prodotta cuocendo i pomodori, che poi successivamente verranno pelati e privati dei semi. Questo alimento, utilizzato in moltissime ricette, è un’inedita fonte di potassio. Infatti, ne contiene ben 486 mg, oltre alla vitamina C e il licopene, un antiossidante naturale che contrasta il cancro alla prostata e i processi di invecchiamento della pelle. L’unica accortezza è quella di scegliere un prodotto che non contenga zuccheri aggiunti, additivi o conservanti. L’ideale è scegliere quelli con il minor numero di ingredienti.

Gli spinaci

Gli spinaci sono una delle verdure più ricche di nutrienti. Una quantità di 156 grammi di spinaci surgelati contiene 540 mg di potassio. Inoltre, contiene molti altri preziosi nutrienti, tra cui la vitamina A, la vitamina K, il folato e il magnesio.

L’acqua di cocco

L’acqua di cocco è decisamente una valida alternativa naturale alle classiche bevande sportive. Questa, infatti, contiene elettroliti che aiutano ad attirare l’acqua nelle cellule. Inoltre, i suoi zuccheri naturali forniscono molta energia durante l’esercizio fisico e ricostituiscono le riserve di glicogeno perse dopo. Un bicchiere di acqua di cocco contiene ben 600 mg di potassio. Inoltre, è un’ottima fonte di magnesio, calcio, sodio e manganese.

I fagioli bianchi

I fagioli bianchi contengono il doppio del potassio rispetto alle banane, una tazza ne contiene ben 829 mg di potassio da cotti. Inoltre, contengono varie vitamine del gruppo B, ferro e proteine ​​vegetali di cui sono un’ottima fonte.

Gli edamame

Gli edamame

Gli edamame sono i semi di soia in baccello, un alimento consumato tradizionalmente in Giappone, reperibile anche in Italia sia freschi che surgelati. Questo alimento possiede più potassio di una banana, una tazza ne fornisce ben 676 mg. Inoltre, sono ricchi di molti altri nutrienti, come la vitamina K, il magnesio e il manganese. Una tazza di edamame contiene il 121% della razione giornaliera di folati, vitamine del gruppo B preziose per le donne durante il periodo della gravidanza e durante l’allattamento.

Le patate

Le patate sono un alimento molto diffuso. Una singola patata può fornire ben 515 mg di potassio, caratteristica, secondo uno studio della Purdue University, che le rende la migliore fonte alimentare di potassio in natura. Ne esistono svariate qualità e il loro contenuto di potassio varia in base alla tipologia di terreno in cui vengono coltivate.

Le albicocche disidratate

Questo alimento viene prodotto disidratando e snocciolando le albicocche fresche. Una quantità di sei albicocche disidratate forniscono 488 mg di potassio. Inoltre, sono anche una buona fonte di fibre e vitamine A ed E, di calcio e magnesio e una buona dose di ferro. L’unico svantaggio è che sono un alimento ricco di zuccheri naturali e potrebbero essere inadatte a chi soffre di diabete.

Le barbabietole

Le barbabietole sono un ortaggio di colore viola intenso che spesso arricchisce le insalate. Una quantità di circa 170 grammi di barbabietole bollite può fornirci 518 mg di potassio. Questa radice contiene anche preziosi nitrati, che, una volta convertiti in ossido nitrico, possono supportare la funzione dei vasi sanguigni e la salute del cuore. Le barbabietole sono un’ottima fonte di folati, con 170 grammi vengono forniti il 34% della razione giornaliera di questa importantissima vitamina.

Le informazioni e i consigli forniti in questo articolo non devono essere sostituiti con il parere del medico o di una specialista del settore, che saprà valutare il caso specifico, soprattutto in caso di malattie o allergie alimentari.

FONTE:

https://alimentazione.gazzetta.it/news/03-07-2021/potassio-10-alimenti-che-ne-contengono-piu-delle-banane-alimentazione-54781

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.