Settembre e l’alimentazione: ecco alcuni consigli per ripartire

Settembre è il mese che segna la fine dell’estate e la ripartenza sia del lavoro per i grandi che delle scuole per i più piccoli. Ecco alcuni consigli sulla giusta alimentazione per affrontare questo periodo, piuttosto impegnativo per l’organismo, sia dal punto di vista fisico che psicologico.

L’alimentazione ideale per poter ripartire in forma è quella di seguire una dieta sana, variegata ed equilibrata senza fare dei pasti troppo pesanti. La giusta alimentazione, unita insieme all’attività sportiva, gioca un ruolo fondamentale per la salute dell’organismo.

Una dieta variegata ed equilibrata è alla base del nostro benessere. Infatti, è proprio attraverso le nostre scelte alimentari che possiamo promuovere la nostra salute.

Gli alimenti

La frutta e la verdura sono i protagonisti indiscussi di un’alimentazione sana per ripartire a settembre con l’energia giusta. Inoltre, il consumo di questi alimenti gioca un ruolo molto importante nel contrastare il sovrappeso e per chi soffre di obesità e di alcune malattie cronico degenerative.

Questi alimenti sono caratterizzati da una bassa densità energetica e possiedono pochissime calorie per unità di peso. Per questa ragione sono alimenti consigliati per raggiungere più rapidamente il senso di sazietà.

La frutta e la verdura sono una fonte di fibra alimentare molto importante per le funzioni fisiologiche dell’organismo. La fibra contenuta in questi alimenti è in grado di regolare l’intestino mantenendolo attivo. Inoltre, forniscono un apporto di vitamine e minerali tra cui l’acido folico, la vitamina A, la vitamina C e la vitamina K, il potassio e il magnesio, i composti bioattivi ad azione protettiva come i polifenoli e i caroteni.

La quantità ideale di frutta e verdura

La giusta porzione, raccomandata dalle guide internazionali, è di almeno 400 grammi, se ne mangiamo di più è anche meglio. Una dieta sana deve comunque essere equilibrata e contenere tutti gli alimenti. Nutrirsi con un’alimentazione monotematica potrebbe divenire sbilanciata, o carente, rispetto ad alcuni nutrienti.

Le linee guida, presenti in Italia, consigliano un consumo di almeno 5 porzioni al giorno, suddivise in 3 porzioni di frutta e 2 di verdura. La porzione ideale di frutta è di 150 g, equivalente ad un frutto medio, come ad esempio una pera, una mela o un’arancia, oppure 2 frutti piccoli, come nel caso di susine, mandarini o albicocche. Una porzione di verdura fresca, invece, corrisponde a 200 grammi, mentre per l’insalata sono 80 grammi.

Per chi ha problemi nel mangiare la frutta e la verdura, magari perché non la gradisce, consigliamo di inserirla in alcune pietanze, come nello yogurt in cui è possibile aggiungere frutta fresca, oppure nei toast che possono essere arricchiti con pomodori e insalata.

La frutta secca, alleato per la salute

Le noci, le nocciole, le mandorle, i pistacchi, i pinoli, e gli anacardi sono tutti alimenti ricchi di acidi grassi insaturi. Questi svolgono un ruolo positivo sul profilo lipidico, inoltre apportano moltissime fibre, minerali e vitamine.

La quantità di frutta secca da poter assumere è però molto limitato, a causa dell’elevato apporto calorico, uno svantaggio per chi necessita di dimagrire o vuole mantenere il peso ideale.

La porzione ideale, in linea generale è di 30 grammi. Questa corrisponde a circa 7-8 noci o 10-15 mandorle o nocciole. La frequenza, invece, varia in funzione del nostro fabbisogno energetico. Una giusta quantità di frutta secca può quindi apportare molti benefici. L’ideale è scegliere frutta secca al naturale, cioè non salata e non glassata, in modo da non aumentare l’introduzione di zuccheri semplici e sale.

L’idratazione per ripartire in forma

L’idratazione riveste un ruolo decisamente importante per un’alimentazione sana. Questa, infatti, è indispensabile per la digestione, il mantenimento della temperatura corporea e l’eliminazione di sostanze di scarto.

Per poter avere una buona idratazione dell’organismo è sempre meglio prediligere l’acqua. Infatti, questa è priva di calorie, contrariamente alle bibite zuccherate, succhi di frutta che apportano oltre all’acqua anche molti zuccheri semplici. Nel caso di tè e caffè è sempre meglio evitare un consumo eccessivo, a causa del contenuto di sostanze stimolanti come la teina e la caffeina.

La giusta idratazione da assumere per il nostro organismo è di 1,5-2 litri di acqua al giorno, equivalenti a circa 8-10 bicchieri. Assicuriamoci di bere frequentemente durante la giornata, magari anticipando il senso di sete.

Altri consigli

Un altro aiuto arriva dalla scelta degli alimenti, che possono aiutare il nostro organismo rifornendolo di vitamine, sali minerali, proteine, antiossidanti, Omega 3 e micronutrienti utili per rallentare il processo di invecchiamento cellulare.

Tra gli alimenti adatti ci sono i semi di canapa in polvere. Questi contengono acido pantotenico, riboflavina e magnesio. L’alga spirulina in polvere, ricca di biotina e folati, i semi di chia e il cacao in polvere ricchi di magnesio, manganese, rame, selenio, zinco e potassio. Inoltre, un aiuto utile per l’organismo può essere assunto con il tè verde matcha in polvere, la quinoa, l’avocado, le bacche di goji, lo zenzero, l’agai in bacche o in polvere.

Tutte questi alimenti contengono contengono le vitamine del gruppo B, una sostanza che contribuisce a contrastare la stanchezza e l’affaticamento fisico e mentale.

Le indicazioni riportate nell’articolo si riferiscono a persone sane, per consigli specifici e bene rivolgetevi sempre al vostro medico e al dietista o nutrizionista di riferimento.

FONTE:

https://www.italiaatavola.net/salute-sport/alimentazione-integratori/2021/9/2/settembre-alimentazione-ecco-i-consigli-per-ripartire-con-giusta-energia/79561/

https://blog.cliomakeup.com/2020/09/settembre-giusta-alimentazione-seguire-ripartire/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.