venerdì, Maggio 7

Giorno: 18 Luglio 2017

Uncategorized

The Day The Music Died

Sono tre: tutti giovani, uno ha 18 anni, il secondo 29, il terzo 23. Sono tre: tutti musicisti già affermati, uno addirittura quasi una leggenda nonostante i suoi 23 anni. Sono tre: tutti hanno un appuntamento tragico con il destino, in quella brutta giornata invernale del 3 febbraio 1959. Sono Charles Hardin Holley detto Buddy Holly, già rocker affermatissimo, Richie Valens che da poco ha lanciato un hit che diverrà un evergreen "La Bamba" e Jiles Perry Richardson, Jr. meglio conosciuto come J.P. "The Big Bopper" Richardson. I tre hanno appena finito di esibirsi al SurfBallroom di Clear Lake nello Iowa. Sono stanchi e il giorno dopo sono attesi per una nuova performance a Fargo nel Nord Dakota. Il trasferimento è previsto con dei pulmann messi a disposizione di un organizzazio...
Libri e Letteratura

Dopo sei anni di silenzio Martin annuncia il nuovo libro delle Cronache del ghiaccio e del fuoco

Proprio mentre è appena iniziata la settima stagione di Games of Thrones, una delle serie più viste di tutti i tempi, gli sconfortati lettori della saga letteraria delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, che è alla base della serie TV, ricevono una buona notizia. Dopo sei anni di attesa e di annunci e silenzi, George R. Martin il geniale autore della saga fantasy più celebre di tutti i tempi dopo Il Signore degli Anelli, annuncia che nel 2018 uscirà finalmente il tanto atteso The Winds of the Winter. Martin ha anche chiarito che non ci sarà alcuna correlazione con la serie televisiva che da tempo ha superato il punto in cui si è interrotta la produzione letteraria dello scrittore, e pertanto le vicende dell'universo creato dallo scrittore si discosteranno sensibilmente da quel...
Scienza

Niente vita su Trappist-1

Qualche mese fa le scoperte operate intorno all'ormai celebre sistema Trappist-1 avevano indotto i media a sottolineare le probabilità delle condizioni di vita, per come la conosciamo, almeno nei tre pianeti ubicati nella cosiddetta fascia di abitabilità. Gli scienziati erano stati molto prudenti su questa possibilità ed alla luce di alcuni recenti studi guidati dall’Harvard Smithsonian Center for Astrophisycs pare ci abbiano visto giusto. La nana rossa di Trappist-1 ruota rapidamente generando un’intensa quantità di radiazioni ultraviolette che potrebbe distruggere le atmosfere dei sette pianeti, compresi i tre, situati nella fascia abitabile. Il flusso di particelle emesso dalla nana rossa, l'equivalente del nostro vento solare, è da 1000 a 100.000 volte superiore a quello ...