• 10 Aprile 2021 23:29

SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

Nel 1582 una potente tempesta solare colpì la Terra

Nel 1582 una potente tempesta solare colpì la Terra, come testimonia uno scriba portoghese “Un grande incendio apparve nel cielo a nord e durò tre notti“. In tutto il mondo e nel Giappone feudale, gli osservatori a Kyoto notarono lo stesso rosso fuoco anche nei loro cieli. Testimonianze, simili, di strane luci notturne furono registrati a Lipsia, in Germania, Yecheon, Corea del Sud, e una dozzina di altre città in Europa e nell’Asia orientale.

Fu un evento straordinario. Mentre in quell’epoca, le persone che vivevano ad alte latitudini erano ben consapevoli delle aurore, la maggior parte delle persone che vivevano più vicino all’equatore non lo erano. La tempesta solare di quell’anno era diversa da qualsiasi altra cosa a memoria d’uomo, ed era così forte che portò l’aurora a latitudini fino a 28 gradi (in linea con Florida, Egitto e Giappone meridionale)

Tutta quella parte del cielo sembrava ardere. Sembrava che il cielo stesse bruciando“, ha scritto Pero Ruiz Soares, un testimone oculare a Lisbona e autore di una cronaca portoghese del XVI secolo. “Nessuno ricordava di aver visto qualcosa del genere. A mezzanotte, grandi raggi di fuoco spaventosi si alzarono sopra il castello. Il giorno seguente, accadde lo stesso fenomeno alla stessa ora, anche se non fu così grande e terrificante“.

La scoperta dei resoconti del 1582

Questi resoconti secolari della tempesta solare del 1582 sono stati recentemente scoperti da ricercatori che sperano di saperne di più sull’evento. Proprio come i primi popoli moderni cercavano un significato nelle aurore, anche gli scienziati moderni hanno interesse il fenomeno dei cieli infuocati del 1582. Quella massiccia tempesta solare, e altre tempeste simili, sono importanti indicatori dei modelli storici del tempo solare. Comprenderli può aiutare a prevedere la futura attività solare.

Il record storico sembra suggerire che le tempeste maggiori come quella del 1582 siano, come minimo, un evento che capita una volta in un secolo, e quindi dovremmo aspettarci che una o più di esse colpiscano la Terra nel XXI secolo.

Mentre le tempeste solari pre-moderne hanno avuto scarso effetto, a parte le loro incredibili aurore, una grande tempesta solare oggi potrebbe causare miliardi di dollari di danni e chiudere le reti elettriche in tutto il mondo. Una tempesta moderatamente grande nel 1989, ad esempio, ha completamente distrutto la rete elettrica in Quebec. Una tempesta più potente potrebbe fare peggio.

Le cause delle tempeste solari

Le tempeste solari sono causate da disturbi nell’atmosfera solare. Le esplosioni ad alta energia, note come brillamenti solari, possono essere accompagnate da un’enorme scarica di vento solare noto come espulsione di massa coronale. Queste particelle solari in rapido movimento interagiscono con la magnetosfera terrestre, producendo aurore vibranti e interferendo con l’elettronica.

Le tempeste solari possono anche portare con sé dosi mortali di radiazioni. La magnetosfera protettiva della Terra ci tiene al sicuro dai loro effetti, ma poiché la NASA ed i suoi partner cercano di tornare sulla luna e non solo, nei prossimi decenni, un modello accurato del tempo solare sarà vitale per la pianificazione della missione. 

Questa lezione è stata appresa durante l’era Apollo, quando una tempesta solare esplose dalla Terra nell’agosto 1972. La tempesta sarebbe stata fatale per gli astronauti, se fossero stati sulla luna in quel momento. Fortunatamente, l’Apollo 16 era tornato sulla Terra nell’aprile di quell’anno e l’Apollo 17 non fu lanciato fino a dicembre, quindi la catastrofe fu evitata. Sarà necessaria un’attenta pianificazione e un po’ di fortuna per mantenere al sicuro i futuri astronauti lunari.

Dovremmo essere preoccupati per le future tempeste solari? Forse. 

Per lo meno, dovremmo essere preparati, proprio come per qualsiasi altro disastro naturale. Dall’interruzione di corrente del 1989 , l’industria della generazione di energia ha iniziato a lavorare su tecniche di mitigazione e ha adottato misure preventive per rendere le reti elettriche più resistenti alle intemperie solari. E’ comunque difficile essere completamente preparati. Quando arriverà la prossima grande tempesta solare, potremmo non essere completamente pronti per essa. 

Ma una cosa è certa: sarà uno spettacolo.

Fonte: https://phys.org/news/2021-03-powerful-solar-storm-earth.html?fbclid=IwAR1lYU9scjFV-LHMDKfG7K53LtrDG3SHyRggn5C0p931Z3dEf8h-CjupwpY

Rita Cazzetta

Futura laureanda in architettura, sono un'appassionata di libri, film e serie tv. Mi piace anche trattare argomenti riguardanti l'astronomia, la scienza in generale, l'architettura, la storia, la salute e il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.