• 10 Aprile 2021 23:13

SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

La NASA si sta interrogando su cosa possano essere le strane rocce presenti nelle prime panoramiche scattate da Perseverance.

Il rover Perseverance della NASA, continua a stupire i ricercatori durante la sua missione, che ha come obiettivo quello di cercare la vita su Marte. L’ultima foto panoramica, effettuata con la sua fotocamera, la Mastcam-Z, che è in grado di effettuare foto in alta risoluzione, è stata attentamente analizzata dagli scienziati del Jet Propulsion Laboratory. L’immagine in questione mostra un’incredibile quantità di dettagli.

La fotocamera di cui è stato dotato il Perseverance consente di ottenere uno sguardo senza precedenti del cratere Jezero, una regione su Marte che in antichità possedeva un delta del fiume ormai inaridito.

Una degli aspetti particolari che sono stati analizzati è il panorama, rilasciato dall’agenzia spaziale americana, che si è potuto zoomare grazie all’alta risoluzione dell’immagine. La foto ha messo in luce una pietra scura molto particolare.

Harbor Seal Rock

L’oggetto immortalato è stato subito soprannominato “seal rock”, a causa della sua particolarissima forma molto simile ad un mammifero acquatico da Jim Bell, della School of Earth dell’Università e Space Exploration of Arizona, durante un dibattito in videoconferenza.

I ricercatori tra le innumerevoli rocce presenti hanno individuato questo strano affioramento, una pietra molto scura che si staglia nel paesaggio roccioso.

Altre informazioni della roccia

Jim Bell, ritiene che molto probabilmente la roccia individuata sia stata forgiata dal vento marziano, correnti che si sono abbattute nel cratere marziano nel corso di innumerevoli anni, e che ne hanno scavato la superficie in un modo piuttosto bizzarro.

Mentre poneva le basi

Esiste anche un altro aspetto che ha catturato l’attenzione dei ricercatori che hanno analizzato le foto raccolte. L’immagine di alcune tracce create in maniera molto evidente dall’erosione, rintracciate nel punto in cui Perserverance ha toccato il suolo marziano lo scorso 18 febbraio.

Nelle immagini compaiono anche delle rocce di colore molto chiaro, incastonate all’interno della superficie marziana. Questi oggetti hanno da subito incuriosito i ricercatori. Secondo quest’ultimi le rocce individuate potrebbero essere il risultato di un’attività vulcanica. Questa è solo un ipotesi visto che indagini devono ancora iniziare.

Uno dei ricercatori che si sta ponendo degli interrogatori sulle rocce individuate è Jim Bell, che si domanda: “Sono rocce di origine vulcanica o dei calcari? Con quale materiale sono rivestite le rocce?

Il cratere Jezero, che presenta una larghezza di 45 km, al cui interno si trova Perseverance, in origine, quindi molti miliardi di anni fa, ospitava un lago molto profondo in cui sgorgava un delta del fiume.

I delta sono dei luoghi ideali per poter preservare i segni di vita sulla Terra. Di conseguenza si può presumere che anche quelli marziani potrebbero aver conservato delle tracce del suo passato biologico. Questa è la principale motivazione per cui i ricercatori hanno scelto di prelevare campioni da analizzare.

Tra i prossimi obiettivi della missione su Marte c’è quello di testare il piccolo drone Ingenuity, che sorvolerà il pianeta rosso alla ricerca di nuove, e si spera clamorose, scoperte e non solo.

Infatti, i ricercatori continueranno ad osservare con il Perseverance ancor più da vicino. Questo avverrà quando il rover comincerà ad utilizzare il software ottimizzato per la superficie, un processo di quattro giorni che è stato già avviato. Questa procedura consentirà a Perseverance di catturare altri panorami tre volte più nitidi di quelli fin’ora immortalati.

Fonte:

https://futurism.com/the-byte/nasa-scientists-spot-strangely-shaped-rock-mars-panorama

Per saperne di più:

‘Harbor Seal Rock’ on Mars and other new sights intrigue Perseverance rover scientists [Space.com]

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.