La cacciatrice di teste

C’è una piccolissima mosca, la Pseudacteon, della famiglia delle Phoridae, che ha una particolare predilezione per le operaie delle formiche di fuoco del genere Solinopsis che popolano alcune aree del mondo (Bacino del Golfo del Messico, Sudamerica, Filippine, Taiwan, Cina meridionale, Australia).
La mosca Pseudacteon è un parassitoide, la differenza più rilevante tra un parassita ed un parissitoide è che il primo vive insieme all’ospite senza ucciderlo, mentre il secondo oltre a bloccare la riproduzione dell’ospite, lo uccide.
Questa mosca piccolissima sceglie un formicaio in cui la colonia sia stata molto disturbata o che presenti un tasso di aggressività delle operaie superiore alla media seguendo le tracce dei kairomoni emessi dal torace delle formiche.
Scelta la preda adatta, con un movimento rapidissimo la mosca inietta un singolo uovo nel torace della malcapitata formica.
Dopo circa due giorni l’uovo da vita ad una larva che si nutre, per circa due settimane, dei fluidi presenti nel torace della formica di fuoco.
E fin qui la malcapitata continua a svolgere i suoi compiti ignara di quello che porta dentro di se. Quando la larva è ormai prossima ad impuparsi migra dal torace verso la testa della formica a colpi di morsi.
Arrivata alla testa della disgraziata formica secerne una sostanza che scioglie i tessuti che collegano il torace alla testa e quest’ultima rotola desolatamente sul terreno. Inutile dire che la larva in procinto di trasformarsi divora tutti i tessuti connettivi presenti nella testa della sventurata formica di fuoco. Sostanzialmente la piccolissima mosca (tanto lo deve essere per essere contenuta nella testa di una formica) usa questa parte anatomica come bozzolo particolarmente resistente.
Eppure le pseudacteon possono essere utilizzate anche come specie disinfestante. E quanto sta succedendo negli Stati Uniti che hanno “importato” inavvertitamente colonie di formiche di fuoco che oltre a far strage delle “sorelle” autoctone, stanno infliggendo milioni di dollari di danni alle colture.
Le nostre mosche tagliatrici di teste sono usate come lotta biologica a questa infestazione aliena e pare con eccellenti risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.