lunedì, Novembre 28
Shadow

Tag: esplorazione spaziale

<strong>NASA programma di far vivere gli astronauti sulla Luna entro questo decennio</strong>

NASA programma di far vivere gli astronauti sulla Luna entro questo decennio

Astronomia, Scienza
NASA programma di far vivere gli astronauti sulla Luna entro questo decennio. Gli astronauti potrebbero dover rimanere sul nostro satellite anche per lunghi periodi, secondo quanto riportato da un funzionario della NASA. Howard Hu, capo del programma di velivoli spaziali lunari Orion per l'agenzia, ha spiegato che: “Occorre creare degli habitat, costruzioni necessarie per poter supportare le missioni scientifiche”. Secondo il ricercatore il lancio del razzo Artemis, uno strumento che ha trasportato la Orion, effettuato lo scorso mercoledì 16 novembre è stato “un evento storico per i voli spaziali”. Il volo del razzo Artemis fa parte di una missione della NASA, che ha come obiettivo primario quello di riportare gli astronauti sulla Luna. La capsula Orion, per questa prima missione, è...
<strong>Decollo! La missione Artemis I finalmente in viaggio</strong>

Decollo! La missione Artemis I finalmente in viaggio

Astronomia, La Conquista dello Spazio, Scienza
Decollo! La missione Artemis I finalmente in viaggio. Le fasi svolte quelle da affrontare, la diretta per chi se la fosse persa e tutto ciò che c'è da sapere su Artemis I. Il razzo più potente del mondo, lo Space Launch System (SLS), e la sonda spaziale Orion, in viaggio verso la Luna, sono partiti con successo. La SLS sta trasportando la Orion, che nella prima missione è senza equipaggio. Il lancio è stato eseguito con successo all'1:47 EST, corrispondenti alle 07:47 ora italiana, dal Launch Pad 39B del Kennedy Space Center della NASA in Florida. Il lancio era la prima tappa di una missione in cui la Orion dovrebbe viaggiare per circa 40.000 miglia oltre la Luna, per poi tornare sulla Terra. La missione avrà una durata di 25 giorni. Questa è una parte fondamentale per quanto riguar...
<strong>Misteriosa “scomparsa” di pianeti nello spazio</strong>

Misteriosa “scomparsa” di pianeti nello spazio

Astronomia, Scienza
Misteriosa “scomparsa” di pianeti nello spazio. Ecco cosa può essere accaduto. Innanzitutto, bisogna precisare che per scomparsi non si intende volatilizzati nel nulla, bensì si sono spostati dalla loro posizione. Inoltre, bisogna fare una precisa catalogazione degli esopianeti dislocati nello spazio. Il numero di esopianeti confermati, attualmente, è di 5.197 in 3.888 sistemi planetari, con altri 8.992 candidati in attesa di conferma. La maggior parte di loro sono pianeti particolarmente massicci, con dimensioni che vanno da giganti gassosi, quindi simili alle dimensioni di Giove e Nettuno, che possiedono un raggio di circa 2,5 volte quelli della Terra. Mentre, l'altra parte della popolazione di pianeti, statisticamente significativa, è formata dai pianeti rocciosi che possiedono un r...
<strong>Immortalata immagine mozzafiato di un ponte intergalattico</strong>

Immortalata immagine mozzafiato di un ponte intergalattico

Astronomia, Scienza
Immortalata immagine mozzafiato di un ponte intergalattico. Hubble ci regala un'altra sorprendente immagine. La formazione è una connessione eterea presente tra due galassie lontane. Nell'oscurità del nostro universo, in cui sono presenti buchi neri che divorano piccole stelle e nebulose, si possono individuare dei barlumi di luce. Questa è la caratteristica che è stata individuata nell'ultima immagine del telescopio spaziale Hubble della NASA. L'agenzia ha rilasciato una visione eterea del trio galattico Arp 248, conosciuto anche come Wild's Triplet, un nome che si è ispirato sia allo scopritore che alla natura assolutamente stravagante della spettacolare formazione. L'immagine Nell'immagine molto nitida due delle tre galassie sono visibili in primo piano nel vuoto dello ...
<strong>Vita su Marte svelata dalle rocce australiane</strong>

Vita su Marte svelata dalle rocce australiane

Astronomia, Geologia, Scienza
Vita su Marte svelata dalle rocce australiane. Questi elementi potrebbero contenere degli indizi utili per il rover della NASA. Le rocce, presenti nell'entroterra australiano risalenti a 3,5 miliardi di anni fa, possono aiutare i ricercatori a comprendere se su Marte c'è mai stata vita. L'analisi delle stromatoliti più antiche della Terra è stata pubblicata sulla rivista Geology. I ricercatori, che hanno analizzato le rocce australiane, ritengono che solo i microbi antichi potrebbero averle modellate così come sono attualmente. Perseverance dovrebbe quindi cercare delle rocce con una datazione simile a quelle australiane su Marte. La ricerca I ricercatori del Museo di Storia Naturale di Londra, in collaborazione con la NASA, hanno descritto una sequenza di caratteristiche che...