giovedì, Gennaio 19
Shadow

Tag: atmosfera

<strong>Webb conferma il suo primo pianeta extrasolare</strong>

Webb conferma il suo primo pianeta extrasolare

Astronomia, Scienza
Webb conferma il suo primo pianeta extrasolare. I ricercatori hanno confermato la presenza dell'esopianeta, un oggetto che orbita attorno ad una stella nana rossa. L'esopianeta è stato denominato LHS 475 b, e possiede quasi esattamente le stesse dimensioni del nostro, con una dimensione pari al 99% del diametro terrestre. Il team di ricerca è stato guidato da Kevin Stevenson e Jacob Lustig-Yaeger, entrambi del laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University. Il team di ricerca ha scelto di osservare questo obiettivo con Webb dopo aver esaminato attentamente i dati del Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della NASA. Ed è proprio quest'ultimo strumento che ha suggerito l'esistenza del pianeta. LHS 475 b è un mondo roccioso extrasolare che orbita intorno ad una ...
<strong>Avvenuto storico ammaraggio della Orion</strong>

Avvenuto storico ammaraggio della Orion

Astronomia, Scienza
Avvenuto storico ammaraggio della Orion. La navicella della NASA è ritornata sulla Terra dopo aver concluso la storica missione lunare. La Orion ha effettuato l'ammaraggio nell'Oceano Pacifico, ad ovest della Baja California, alle 9:40 PST, 18:40 ora italiana, di domenica 11 dicembre, dopo aver effettuato una missione di 25,5 giorni intorno alla Luna. La missione Artemis I ha conseguito molti traguardi da record, arrivando ad una distanza di oltre 1,4 milioni di miglia su un percorso intorno alla Luna. La Orion e tornata sana e salva sulla Terra. L'ammaraggio L'ammaraggio è l'ultima pietra miliare della missione Artemis I, iniziata con il successo del lancio del razzo Space Launch System (SLS) della NASA lo scorso 16 novembre, dal Launch Pad 39B del Kennedy Space Center della...
<strong>Webb spia le nuvole di Titano</strong>

Webb spia le nuvole di Titano

Astronomia, Scienza
Webb spia le nuvole di Titano. Il telescopio è riuscito a scrutare al di sotto della fitta foschia della luna di Saturno, spiando così uno dei corpi più intriganti del sistema solare. L'osservatorio spaziale, a novembre, ha rivolto il suo sguardo a infrarossi sulla luna più grande di Saturno, Titano. Questa è l'unica luna del nostro sistema solare che possiede un'atmosfera densa, ben quattro volte di più di quella terrestre. L'atmosfera di Titano è composta da azoto e metano, elementi che gli conferiscono un aspetto sfocato e arancione. La sua fitta foschia, purtroppo, oscura la luce visibile dal riflesso sulla superficie della luna, rendendo così difficile nel poter discernere le sue caratteristiche. Webb Webb è in grado di osservare l'universo in luce infrarossa, invisibile...
<strong>Individuata una delle super-terre più massicce mai scoperte</strong>

Individuata una delle super-terre più massicce mai scoperte

Astronomia, Scienza
Individuata una delle super-terre più massicce mai scoperte. Il colossale esopianeta, appena scoperto, è situato a soli 200 anni luce di distanza. La formazione potrebbe gettare nuova luce su uno dei misteri più strani della scienza planetaria. L'esopianeta, che è stato denominato TOI-1075b, possiede circa 1,8 volte il raggio della Terra. Questa sua caratteristica lo colloca tra i più grandi esempi di esopianeta super-Terra fino ad oggi individuati. La ricerca del team è stata pubblicata su The Astronomical Journal  ed è disponibile su arXiv. TOI-1075b TOI-1075b è situato molto saldamente in quello che viene definito il divario del raggio del piccolo pianeta, ossia un apparente deficit di pianeti con una dimensione che varia tra 1,5 e 2 raggi terrestri. La massa di TOI-1075b è...
<strong>Individuato un asteroide poche ore prima dell’impatto</strong>

Individuato un asteroide poche ore prima dell’impatto

Astronomia, Scienza
Individuato un asteroide poche ore prima dell'impatto. Gli astronomi, per la sesta volta nella storia, sono riusciti a localizzare il corpo prima che avvenisse l'impatto con la Terra. I precedenti cinque asteroidi, rilevati prima dell'impatto, erano rispettivamente 2008 TC3, che aveva un diametro di circa 4 metri, 2014 AA, 3 metri di diametro, 2018 LA, anch'esso largo tre metri, 2019 MO 6 metri di diametro e, proprio all'inizio di quest'anno, 2022 EB5, che aveva un diametro di circa 2 metri. Il Catalina Sky Survey, lo scorso 19 novembre, quasi quattro ore prima dell'impatto, ha scoperto un asteroide, che è stato denominato 2022 WJ1, che si dirigeva verso il nostro pianeta. Una rete di telescopi e scienziati è entrata subito in azione, calcolando con precisione esattamente quando e dove...