giovedì, Novembre 17
Shadow

Storia

11 dicembre 1941: Hitler dichiara guerra agli Stati Uniti

11 dicembre 1941: Hitler dichiara guerra agli Stati Uniti

Seconda guerra mondiale, Storia
https://www.youtube.com/watch?v=MyEghaamsEQ Sono passati cinque giorni dal proditorio attacco giapponese alla base della marina statunitense delle Hawaii, cinque giorni convulsi durante i quali Roosevelt aveva costantemente colto ogni occasione per ribadire che dietro l'attacco giapponese c'era la regia nazista. Il Presidente americano continuava la sua opera di indebolimento dell'opposizione interna anti interventista che vedeva il suo alfiere principale nel movimento "America First" ma a togliere di mezzo l'opposizione politica e sociale ad un intervento militare diretto nel conflitto europeo ci penserà Hitler, che dopo febbrili preparativi giovedi 11 dicembre 1941 dichiarerà formalmente guerra alla più potente nazione industriale del mondo. Le prime ore di quella fatidi...
La situazione sanitaria nel Medioevo

La situazione sanitaria nel Medioevo

Medioevo, Storia
Non ci stancheremo mai di ribadire che quando parliamo di un periodo che convenzionalmente comprende quasi mille anni ogni generalizzazione va sempre interpretata come necessità di sintesi ma, allo stesso tempo, può contenere forzature e incompletezze di cui anticipatamente ci scusiamo. La situazione sanitaria nell'Età di Mezzo è complessivamente disastrosa e soprattutto nei primi secoli costituisce un netto arretramento rispetto a quella greca e romana. Malattie ed epidemie imperversano a causa di una molteplicità di fattori concomitanti: assenza di igiene e prevenzione, guerre, alimentazione scarsa e inadeguata, conoscenze mediche del tutto insufficienti e strutture di cura rare e gestite in spregio ai più elementari criteri di sicurezza sanitaria. Fra le cause delle mal...
I banchetti nella Roma medievale

I banchetti nella Roma medievale

Food, Medioevo, Storia
Tra il XIII e il XV secolo il cibo e la sua ostentazione ricopriranno un ruolo fondamentale nella definizione dello status symbol delle classi dominanti. Il banchetto, spesso svolto in un luogo pubblico, dove la gente normale può sbirciare il lungo susseguirsi delle portate, lo sfarzo di vasellame e stoviglie, l'eleganza e il numero degli invitati assume quindi una manifestazione di potere e di rilievo sociale delle famiglie in grado di organizzarlo. A questo proposito i banchetti della Roma medievale e papalina né sono un'espressione chiara e persino didascalica. Come quello che Cola di Rienzo (1313-1354), l'ultimo dei "Tribuni del Popolo", come amava farsi definire offre nel 1347 ai Romani, davanti a San Giovanni in Laterano. La piazza dove viene allestito il banchetto è per...
Il giovane Churchill: i primi  passi della carriera  politica

Il giovane Churchill: i primi passi della carriera politica

Storia
Winston Churchill (1874-1965) ha segnato per quasi un secolo la storia non soltanto della Gran Bretagna ma anche del resto del mondo. Profondamente influenzato dal padre Lord Randolph Churchill, morto nel 1895, quando Winston aveva poco più di venti anni, pur essendo stato quest'ultimo un genitore tutt'altro che presente e amorevole, costituirà per il giovane Churchill un punto di riferimento importante nella carriera politica che intraprese sulle orme dell'illustre genitore. Grazie anche alla popolarità conquistata durante le guerre boere nelle quali Churchill partecipò nella doppia veste di soldato e giornalista, Churchill venne eletto per il seggio di Oldham alle elezioni generali del 1900, le ultime dell'età vittoriana, nota anche come "Khaki election" (elezione khaki)...
I rapporti tra Yugoslavia e URSS nell’immediato dopoguerra

I rapporti tra Yugoslavia e URSS nell’immediato dopoguerra

Storia
Nel 1947 il governo presieduto da Josip Broz, detto Tito si trovava in una singolare posizione. Tra tutti i partiti comunisti europei quello iugoslavo era l'unico ad aver conquistato il potere con le proprie sole forze. Di più i partigiani titini erano stati l'unico movimento di resistenza a mettere in seria difficoltà sul piano militare gli invasori tedeschi e italiani. Questo indubbio successo permise a Tito di liquidare rapidamente gli avversari politici. Nelle elezioni del 1945 la scelta per gli elettori era chiara, nelle cabine elettorali trovarono due urne, la prima era contrassegnata con la scritta Fronte Popolare (il movimento politico comunista di Tito), la seconda più semplicemente e sinistramente come "Opposizione". Il risultato fu scontato, al ...