venerdì, Maggio 7

Storia della scienza e della filosofia

Pillole di storia della scienza e del pensiero filosofico

Spinoza: tra libertà religiosa e libertà di espressione.
Sociologia, Storia della scienza e della filosofia

Spinoza: tra libertà religiosa e libertà di espressione.

Spinoza è un vero e proprio ‘caso’ che esplode nel periodo storico in cui vive, non solo perché è un razionalista ma anche perché è ebreo (la confessione religiosa a cui appartiene sarà per secoli oggetto di persecuzioni). Egli vivrà perseguitato anche dagli stessi ebrei per le idee che propone e sostiene. In particolare, la Repubblica olandese attua in quel periodo una politica tollerante nei confronti delle diverse confessioni. Altro particolare è che gli ebrei che vengono da diverse parti del mondo in quel periodo hanno diversa estrazione sociale, Spinoza appartiene a quella dei sefarditi. L'approccio razionale Il filosofo che stiamo analizzando porta l’approccio razionale anche nella lettura dei testi sacri e per questo viene cacciato dalla sua sinagoga. Cherem è il termine ebr...
Vita di Einstein: L’alba del nuovo secolo – Ep. 18
Fisica, Scienza, Storia della scienza e della filosofia

Vita di Einstein: L’alba del nuovo secolo – Ep. 18

Il XIX secolo si apre con la fisica in grande fermento e pronta ad aprire nuove strade nella conoscenza dell'universo. Questo nonostante che Lord Kelvin, uno dei più importanti scienziati dell'epoca, dichiarasse proprio nel 1900: «In fisica non c’è nulla di nuovo da scoprire ormai. Tutto ciò che resta da fare sono misurazioni sempre più precise.» La meccanica newtoniana aveva imperato per lunghissimo tempo. Verso la metà del XIX secolo il fisico sperimentale Michael Faraday, figlio autodidatta di un fabbro, scoprì le proprietà dei campi elettrici e magnetici. Faraday mostrò che una corrente elettrica produce forze magnetiche, e poi che un campo magnetico variabile può generare una corrente elettrica. Successivamente il fisico scozzese James Clerk Maxwell, con le sue equazioni di...
Il morbo blu
Medicina, Storia della scienza e della filosofia

Il morbo blu

Occhi sbarrati in orbite vuote, macchie biancastre su un corpo livido tendente al blu, la pelle gelida, il respiro rantolante. Erano queste le manifestazioni più eclatanti dei moribondi affetti dalla "morte blu", ovvero il colera. Questa malattia ha flagellato l'umanità per molti secoli ed è tuttora endemica in India e Bangladesh mentre interessa gli altri continenti soltanto durante le manifestazioni pandemiche. In particolare il Diciannovesimo secolo ha pagato un tributo pesantissimo a questa infezione provocata da alcuni ceppi del batterio gram-negativo, a forma di virgola, Vibrio cholerae o vibrione. La prima pandemia del diciannovesimo secolo rimane confinata in Asia tra il 1817 e il 1824 e causerà oltre 2,5 milioni di morti. Poi arriva in Europ...
Il dibattito tra Bohr e Einstein
Fisica, Storia della scienza e della filosofia

Il dibattito tra Bohr e Einstein

Lo scontro di opinioni tra i due colossi della fisica moderna, Bohr e Einstein, ha costituito uno dei punti più alti nell'ambito della ricerca scientifica della prima metà del ventesimo secolo, ed è ricordato per l’enorme importanza che ha costituito per la filosofia della scienza. Avvenuto mentre era in atto la rivoluzione della fisica, che da allora assumerà la denominazione di quantistica, esso ha toccato tematiche che sono fondamento di quest’ultima, tra cui troviamo il principio di non località, il concetto di probabilità e il principio di indeterminazione. Nonostante la divergenza di opinioni, il diverso contesto culturale di provenienza, i rispettivi caratteri forti, tra i due scienziati persisterà una sincera e profonda ammirazione reciproca che si trascinerà per tutta ...
Clausius e la morte  dell’universo
Storia della scienza e della filosofia

Clausius e la morte dell’universo

Nel 1875 Rudolf Clausius perde in seguito ad un parto difficile l'amatissima moglie Adie. Mentre è in ginocchio, nella camera matrimoniale in penombra, pervasa dall'aspro odore del sangue, il fisico e matematico tedesco osservando il corpo esanime della moglie, non poté fare a meno di pensare che dal momento del concepimento l'uomo ingaggia un'inutile e perdente battaglia con la morte. Venticinque anni prima, la sua rivoluzionaria teoria sul calore, gli aveva permesso di descrivere la Vita e la Morte da una prospettiva diversa, quella quantitativa. Clausius aveva scoperto che l'universo stava morendo e sia pure da un punto di vista emotivo, né aveva avuto conferma in quel momento così doloroso della sua esistenza. Nell'universo esistono due tipi di processi qu...