giovedì, Novembre 17
Shadow

Scienza

Turismo Spaziale

Scienza
E’ di poche ore l’annuncio di SPACE X, la società dell’eccentrico e visionario proprietario di Tesla Elon Musk, che nel 2018 invierà sulla Luna, o per essere piu’ precisi, in orbita intorno ad essa i primi due turisti spaziali. Si tratterebbe di un primo concreto passo, dopo le missioni Apollo, nella direzione di un rinnovato interesse verso la Luna, anche alla luce di quanto abbiamo scritto nel post dello scorso 20 febbraio. La navicella che Space X intende utilizzare è un Crew Dragon, fin ad oggi, usato nella sua modalità cargo per portare i rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale in orbita a 400 km di quota. La capsula Crew Dragon sarà lanciata dal vettore Falcon Heavy che, per dare un’idea, ha due terzi della potenza del gigantesco Saturn V che porto’ l’Apollo 11 sulla ...

Cosa sono gli esopianeti e la scoperta del sistema solare Trappist 1

Astronomia, Scienza
Da qualche mese, anche sulle pagine dei grandi giornali, si parla insistentemente di esopianeti. Cosa sono esattamente? A che punto siamo nella loro ricerca? Perchè si è intensificata la loro ricerca  e cosa rappresenta la recentissima scoperta del sistema solare di Trappist 1. Iniziamo dalla spiegazione più banale: gli esopianeti non sono niente altro che tutti i pianeti collocati fuori dal nostro Sistema Solare. Fino ad oggi abbiamo scoperto 3577 esopianeti, un numero apparentemente ridicolo se pensiamo che la nostra galassia, la Via Lattea, ha approssimativamente circa 200 miliardi di stelle e che con ogni probabilità, almeno un quinto di esse, quelle delle dimensioni del nostro sole dovrebbe avere in orbita un numero imprecisato di pianeti ma che con un calcolo statistico conservati...

Guarda che luna…

Astronomia, Scienza
Quattro miliardi di anni fa, la Terra, giovane pianeta di poco più di 500.000 anni di vita, viene colpita da un pianeta vagante della grandezza più o meno di Marte. La catastrofica collisione scaglia immensi detriti nello spazio circostante e sarà la forza di gravità terrestre a “compattarli” progressivamente dando vita all’unico satellite naturale del nostro pianeta. Da allora, distante circa 380.000 km dalla Terra, la Luna sarà fonte di ispirazione per poeti, filosofi, astronomi. Il nostro satellite è una brulla distesa, costellata di crateri, tracce inequivocabili delle innumerevoli collisioni con altri corpi celesti, privo di atmosfera, il vuoto cosmico sulla Luna comincia a circa un millimetro dalla superficie. Ma non facciamoci ingannare dall'aspetto desolato del nostro satelli...

Figli delle Stelle

Astronomia, Scienza
Noi siamo letteralmente figli della stella che chiamiamo Sole e che dista 8 minuti luce dal nostro pianeta. Si tratta di una straordinaria “centrale termonucleare”, basti pensare che se riuscissimo ad utilizzare l’energia prodotta in un solo secondo dalla nostra stella avremmo risolto il fabbisogno energetico della Terra per oltre mezzo miliardo di anni. Se potessimo avvicinarci a qualche centinaia di migliaia di km dal Sole, assisteremmo ad uno spettacolo meraviglioso quanto terrificante: ovunque erompono bolle di plasma, miliardi di tonnellate di materia incandescente formano anelli dalle forme bizzarre ed inquietanti. Uno spettacolo che è il prodotto delle reazioni termonucleari che si innescano a ripetizione nel nucleo di questa nana gialla che governa il Sistema Solare composta per ...