giovedì, Novembre 17
Shadow

Cronaca e scienze forensi

Scacco matto alla Polizia

Scacco matto alla Polizia

Cronaca e scienze forensi
Negli ultimi anni più del 40% dei casi d'omicidio in Italia risultano irrisolti e spesso come affermano investigatori e criminologi le prime 48 ore sono decisive per scoprire l'assassino. Tra i tanti casi irrisolti, uno dei più strani e complessi è stato quello di Anna Maria Bevacqua, all'epoca dei fatti, trentatreenne, di Sant’Arcangelo di Romagna (Rimini). La donna ha una doppia vita, anzi come vedremo ha molte vite controverse che "interpreta" con disinvoltura e rigidamente a compartimenti stagni. Anna Maria viene trovata morta dai carabinieri la sera del 10 febbraio 1996 in un mini appartamento di un residence dove la donna si prostituiva. Due giorni prima il convivente, molto più anziano di lei, A.Z. di 73 anni ne aveva denunciato la scomparsa. Il delitto era av...
Lo  scandalo Montesi

Lo scandalo Montesi

Cronaca e scienze forensi
Il 9 aprile 1953, Wilma Montesi una giovane che conduce un'esistenza tranquilla ed ordinaria, esce dalla sua abitazione di via del Tagliamento 76 a Roma dove abita con i genitori e la sorella Wanda. Non tornerà più a casa. Il suo corpo viene rinvenuto due giorni dopo sulla spiaggia di Torvaianica. Sarà un delitto che non soltanto rimarrà impunito ma sul cui sfondo aleggerà uno scandalo che avrebbe potuto travolgere una parte della classe politica democristiana che all'epoca governava incontrastata il paese. Alle 17 circa di quel 9 aprile di 69 anni fa, Wilma Montesi esce di casa con l'intenzione di recarsi ad Ostia per effettuare un bagno terapeutico ai piedi, sofferenti di una forma di eczema. Il corpo viene rinvenuto intorno alle 7.30 dell'11 aprile, ad un...
Il delitto della cavallina storna

Il delitto della cavallina storna

Cronaca e scienze forensi
"O cavallina, cavallina storna,che portavi colui che non ritorna; tu capivi il suo cenno ed il suo detto!Egli ha lasciato un figlio giovinetto; il primo d'otto tra miei figli e figlie;e la sua mano non toccò mai briglie. Tu che ti senti ai fianchi l'uragano,tu dai retta alla sua piccola mano. Tu c'hai nel cuore la marina brulla,tu dai retta alla sua voce fanciulla". La cavalla volgea la scarna testaverso mia madre, che dicea più mesta: "O cavallina, cavallina storna,che portavi colui che non ritorna; lo so, lo so, che tu l'amavi forte!Con lui c'eri tu sola e la sua morte O nata in selve tra l'ondate e il vento,tu tenesti nel cuore il tuo spavento; sentendo lasso nella bocca il morso,nel cuor veloce tu premesti il corso: adagio seguitasti la tua via,perché...
Il delitto di Cogne:  quando il  crimine  diventa show

Il delitto di Cogne: quando il crimine diventa show

Cronaca e scienze forensi
Sono le 7.30 del 30 gennaio 2002, Stefano Lorenzi esce di casa per recarsi al lavoro. Circa 45 minuti dopo, sua moglie Anna Maria Franzoni accompagna Davide, il figlio più grande alla fermata dello scuolabus che si trova a poche decine di metri dalla villetta in cui la famiglia abita, a Cogne, un piccolo comune sparso della Valle d'Aosta, di fronte al massiccio del Gran Paradiso che conta poco meno di 1400 abitanti. Pochi minuti dopo Anna Maria rientra e scopre il figlio più piccolo Samuele di tre anni in fin di vita, chiama il 118 e poi due vicine di casa Daniela Ferrod e Ada Satragni, che è una psichiatra e che si rende conto della gravità del fatto. Alle 8.52 l'elisoccorso porta il piccolo in ospedale dove però i medici non possono fare altro che constatarne il dec...
Assassinio all’Università

Assassinio all’Università

Cronaca e scienze forensi
E' il 9 maggio 1997, la ventiduenne Marta Russo sta passeggiando con un'amica per uno dei vialetti dell'Università La Sapienza di Roma. E' un venerdi assolato e questa ragazza, studentessa modella, che si affaccia alla vita con l'inquietudine positiva di un'anima sensibile ed intelligente, viene raggiunta da un colpo d'arma da fuoco alla testa. Mancano pochi minuti a mezzogiorno e la ragazza cade riversa in un'aiuola tra le Facoltà di Scienze statistiche, di Scienze politiche e di Giurisprudenza. Dopo tre giorni di agonia muore nella notte tra il 13 e il 14 maggio, ad ucciderla un proiettile calibro 22 “long rifle”, non camiciato ovvero composto di solo piombo. Il Questore Rino Monaco prende molto sul serio questo delitto e forma una squadra di investigatori di ottant...