giovedì, Novembre 17
Shadow

3 serie tv da non perdere

Diciamolo orientarsi tra le centinaia di titoli proposti da Netflix, Prime Video, Disney, Paramount+, Sky, Rai e molte altre piattaforme, (a pagamento per lo più, gratuite pochissime) è quasi impossibile. Per questo segnalare tre serie che meritano di essere viste in questa fase della stagione è opinabile e certamente non esaustivo. Se però il nostro tempo è limitato, ecco tre suggerimenti motivati.

The Crown – Stagione 5 – Netflix

Dal 9 novembre è approdata su Netflix la seguitissima e pluripremiata quinta stagione della serie anglo-americana The Crown, imperniata sulla vita della regina Elisabetta II, scomparsa poco più di due mese fa, esattamente l’8 settembre 2022. Anche per questa coincidenza, la morte della sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth che ha regnato ininterrottamente dal 6 febbraio 1952 all’8 settembre 2022, l’attesa era spasmodica non soltanto tra i fan della serie.

Le polemiche non sono mancate, in campo sono scesi addirittura ex premier britannici come Tony Blair, laburista e John Major, conservatore che hanno accusato la serie ideata e in larga misura scritta da Peter Morgan, di “madornali e pericolose fandonie“. In particolare i due politici si riferiscono a quel periodo della vita di Elisabetta nel quale secondo gli autori della serie si ordì un complotto con l’allora principe ed erede al trono Carlo – oggi re – sull’eventualità di spodestare la regina Elisabetta e incoronare l’impaziente primogenito. 

In difesa della sostanziale autenticità dei fatti raccontati è però sceso in campo Patrick Jephson, ex segretario privato di Lady Diana dal 1988 al 1996, che in un lungo articolo su un quotidiano inglese ha ribadito la sostanziale veridicità dei fatti raccontati. Pur non essendo un documentario, ma un’opera di finzione, Jephson sostiene il che “complotto” raccontato da The Crown ci fu realmente, anche se riguardò un altro Primo Ministro, di cui non fa il nome e non Blair e Major. Al di la di queste querelle al calor bianco che si scatenano con particolare virulenza in Gran Bretagna quando si tratta della famiglia reale, anche la quinta stagione di The Crown è godibilissima, grazie soprattutto ad un gruppo di bravissimi interpreti: Imelda Staunton, nei panni di Elisabetta, Elizabeth Debicki la cui somiglianza fisica con Lady D. è impressionante, Jonhatan Pryce nelle vesti di Filippo, mentre la principessa Anna è interpretata da Lesley Manville. Non convince del tutto invece Dominic West negli improbabili panni del Principe Carlo. Dieci episodi, durata media 55 minuti.

1883 – Prima Stagione – Paramount+

Chi ha amato “Yellowstone” la serie con Kevin Costner trasmessa in Italia da Sky non può perdere il suo prequel “1883” anche questo ideato da Taylor Sheridan, straordinario interprete in Sons of Anarchy e Veronica Mars. Le vicende narrate raccontano l’epopea della famiglia Dutton prima che questa si insedi in Montana, creando lo Yellowstone Ranch. Dopo la Guerra Civile americana i Dutton si uniscono ad una carovana di immigrati europei che ha ingaggiato come guida Shea Brennan, interpretato dal grandissimo John Elliott che dal Texas, attraverso un durissimo viaggio pieno di drammatiche vicissitudini raggiungerà le terre incontaminate del Montana.

La serie ha il pregio di raccontare con una buona dose di realismo l’avventura umana, spesso drammatica, di centinaia di migliaia di coloni, in buona parte europei che attraversarono tra il 1870 e il 1900 da est ad ovest gli Stati Uniti, spinti dal desiderio di costruire un futuro migliore per se stessi e i propri figli. Le piste che conducevano in Oregon e in Montana furono disseminate dai cadaveri di moltissimi uomini, donne e bambini che non riuscirono a realizzare questo sogno. Oltre a John Elliott sono da citare Tim McGraw nei panni di di James Dutton, bisnonno di John Dutton (Kevin Costner in Yellowstone) e Isabel May, la vera protagonista della serie, che interpreta la diciassettenne Elsa Dutton, intrepida e innocente, per lei il viaggio sarà un duro percorso iniziatico alla vita, al sesso e all’amore che la porterà a diventare una provetta cowgirl. Dieci episodi imperdibili per gli amanti del genere western.

Inverso – Prima Stagione – Prime Video

Tra “Matrix e Westworld” si colloca la serie prodotta per Amazon Prime Video dal duo Jonhatan Nolan, il fratello minore del grande regista e Lisa Joy, già apprezzati autori per l’appunto di Westworld, andata in onda in Italia su Sky. Basata su The Peripheral (2014) romanzo scritto dall’autore di culto cyberpunk  William Gibson e ribattezzato in Italia come “Inverso” la serie ha debuttato in Italia il 21 ottobre 2022 su Prime Video.

La vicenda è ambientata nel 2032 nel sud rurale degli Stati Uniti dove Burton e sua sorella Flynne accudiscono l’anziana madre malata in un ranch ma soprattutto cercano in tutti i modi di sbarcare il lunario. Flynne Fisher lavora in un negozio di stampa 3D e vive con la madre malata e il fratello maggiore Burton. Costui, riconoscendo le qualità superiori della sorella, un giorno le chiede di prendere il suo lavoro come beta tester in un videogioco prodotto da un’azienda colombiana chiamata Milagros Coldiron.

Flynne accetta e nota che il mondo del gioco assomiglia stranamente a Londra, ma più vuota e futuristica, come scoprirà in seguito, una Londra spostata nel futuro di 70 anni. La seconda notte di test, Flynne è testimone di un omicidio e un rapimento, incerta se questo sia reale o un gioco virtuale. La vicenda si snoda in modo complesso, ricco di colpi di scena e forse non sempre del tutto chiaramente ma quello che affascina di questa serie di fantascienza è l’aggrovigliato intreccio tra realtà e realtà virtuale, tra futuro e passato, tra male e bene. Meritevole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: