• 3 Settembre 2022 14:29

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Tutto pronto per il secondo tentativo. Il team di ricerca ha dato via libera per oggi 3 settembre. La missione Artemis I senza equipaggio è quindi pronta per una seconda possibilità di lanciarsi in uno storico viaggio intorno alla Luna.

I ricercatori hanno fatto un’ultima riunione per analizzare, in maniera definitiva, lo stato delle operazioni. Queste hanno permesso di dare il via libera al secondo tentativo di lancio, che avverrà oggi 3 settembre, una missione che invierà nello spazio il razzo Space Launch System e la navicella spaziale Orion.

Il team di ricerca, attraverso il precedente tentativo di lancio avvenuto lunedì 29 agosto, ha potuto aggiornare le procedure, esercitato le operazioni e perfezionato le tempistiche. I ricercatori, durante gli ultimi giorni, hanno lavorato incessantemente per poter riparare una perdita, sostituendo un tubo flessibile e una linea del sensore di pressione allentata, parti che hanno causato la perdita.

Gli ingegneri hanno anche serrato i bulloni che circondano l’involucro, garantendo così una tenuta ermetica perfetta per quando si introdurranno i propellenti super-raffreddati. Il team nonostante non abbia riscontrato delle perdite a temperatura ambiente continuerà comunque a monitorarle durante le operazioni.

Le squadre durante le operazioni regoleranno le procedure per raffreddare i motori. Questo avverrà circa 30-45 minuti prima del conto alla rovescia durante la fase di riempimento rapido dell’idrogeno liquido, che verrà utilizzato durante la fase principale. Ciò consentirà di avere molto più tempo per poter raffreddare i motori a temperature adeguate per il lancio.

I meteorologi, con la US Space Force Space Launch Delta 45, hanno previsto delle condizioni meteorologiche favorevoli al 60%, un tempo che andrà a migliorare durante la finestra di due ore.

Per poter vedere il lancio ci si può sintonizzare su NASA Television, l’app NASA e il sito web dell’agenzia alle 9:00 per un briefing insieme ai media pre-lancio. In Italia il lancio sarà trasmesso dalle ore 20:00 sul Focus canale 35 del digitale terrestre.

Durante l’evento saranno presenti Jeremy Parsons, Exploration Ground Systems, vicedirettore del programma, NASA Kennedy e Melody Lovin, ufficiale meteorologico, Space Launch Delta 45. La diretta delle operazioni di tanking con commenti sulla TV della NASA è iniziata alle 5:45 EDT, corrispondenti alle 11:45 in Italia. La copertura completa del lancio inizierà alle 12:15, ossia le 18:15 in Italia.

Una panoramica della missione

Dopo il lancio di Artemis I, il viaggio di Orion verso Luna durerà 37 giorni. Se la missione verrà lanciata oggi, farà un viaggio intorno alla Luna per poi far rientro ammarando nell’Oceano Pacifico l’11 ottobre, percorrendo così un totale di 2,1 milioni di chilometri. La NASA ha ancora un’opportunità di riserva per il lancio della missione Artemis I programmata per il 5 settembre.

A bordo saranno presenti i tre manichini a bordo insieme ad un peluche di Snoopy. Un equipaggio insolito che servirà ad uno scopo specifico. Snoopy fungerà da indicatore di gravità zero, fluttuando all’interno della capsula una volta raggiunta l’ambiente spaziale.

I manichini, che sono stati rispettivamente chiamati Comandante Moonikin Campos, Helga e Zohar, misureranno le radiazioni nello spazio profondo, che i futuri equipaggi potrebbero sperimentare. Inoltre, sperimenteranno le nuove tute e le tecnologie di schermatura. Sulla Orion sarà presente un esperimento di biologia che trasporta semi, alghe, funghi e lieviti, che servirà a misurare come la vita reagisce con questi tipi di radiazioni. La missione prevede il trasporto di 10 piccoli satelliti, chiamati CubeSats, che si staccheranno e si separeranno per raccogliere informazioni sulla Luna e sull’ambiente dello spazio profondo.

Le telecamere presenti all’interno e all’esterno di Orion condivideranno immagini e video durante tutta la missione. Se possiedi un dispositivo abilitato per Amazon Alexa, puoi chiedergli la posizione della missione ogni giorno. Quello che ci possiamo aspettare e di vedere immagini di Earthrise simili a quelle condivise durante la missione Apollo 8 nel 1968, ma con fotocamere e tecnologia decisamente più avanzate.

FONTI:

https://blogs.nasa.gov/artemis/2022/09/01/artemis-i-launch-update-mission-management-team-gives-go-for-sept-3/

https://edition.cnn.com/2022/09/03/world/nasa-artemis-1-saturday-launch-scn/index.html

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.