lunedì, Novembre 21
Shadow

Giorno: 30 Agosto 2022

<strong>Gli strani pianeti a Bulbo Oculare</strong>

Gli strani pianeti a Bulbo Oculare

Astronomia, Chimica, Geologia, Scienza
Di pianeti nell’universo infinito ce ne sono di tutti i tipi, tra cui i bizzarri pianeti a “Bulbo Oculare”, pianeti bloccati gravitazionalmente che mostrano sempre la stessa faccia alla loro stella. Questi pianeti potrebbero essere la chiave di volta per la ricerca di vita extra terrestre. La ricerca di esopianeti è rivolta soprattutto alla ricerca di pianeti il più simile possibile alla Terra, anche se al momento, purtroppo, il nostro mondo rimane figlio unico perché di suoi gemelli non ne abbiamo ancora trovati, anche se in compenso abbiamo una gran numero di pianeti dalle caratteristiche bizzarre. Ed è proprio qui che Gene Roddenbery, il geniale creatore di Star Trek, ci ha visto lungo quando nel 1964 raccontando nell’intro della serie classica, che la nave Enterprise nella sua ...
Ultimi aggiornamenti sullo stato della missione Artemis I

Ultimi aggiornamenti sullo stato della missione Artemis I

Astronomia, Scienza
Ultimi aggiornamenti sullo stato della missione Artemis I. La NASA a breve fornirà nuove informazioni sullo stato della missione. L'agenzia spaziale statunitense, per fornire le ultime informazioni, terrà una teleconferenza con i media oggi pomeriggio martedì 30 agosto alle 18:00 EDT, corrispondenti a 00:00 ora italiana. La teleconferenza avrà come argomento il volo del razzo Sls e l'astronave Orion senza equipaggio, attualmente posizionati al Launch Pad 39B presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida, che avvierà la missione lunare Artemis I. Nell'immagine è presente un elicottero della NASA che sorvola il razzo Space Launch System (SLS) dell'agenzia insieme all'astronave Orion, presente a bordo del lanciatore mobile al Launch Pad 39B, presso il Kennedy Space Center della NAS...
Il secolo nuovo  della  fisica

Il secolo nuovo della fisica

Scienza, Storia della scienza e della filosofia
Mentre il diciannovesimo secolo volgeva al termine si era profondamente diffusa nella comunità scientifica la convinzione che tutti i misteri del mondo fisico fossero stati scoperti e chiariti. Dall'elettromagnetismo all'ottica, dall'acustica alla meccanica statistica si trattava adesso soltanto di fare piccoli aggiustamenti, per così dire "ordinaria manutenzione". Per comprendere quanto fosse radicato questo convincimento nel 1875, quando Max Planck, un giovane tedesco di Kiel, stava decidendo se dedicare la sua vita alla matematica o alla fisica, gli fu consigliato caldamente di non scegliere la fisica perché in quel campo le scoperte importanti erano già state fatte tutte. Fortunatamente Planck decise lo stesso di studiare fisica teorica e in particolare si appassionò al ...