• 14 Settembre 2022 5:16

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Sull’esistenza del libero arbitrio

DiNatale Seremia

Ago 14, 2022

Da moltissimi secoli filosofi, teologi e scienziati discettano sul libero arbitrio, ovvero nel potere di decidere gli scopi del proprio agire e pensare, perseguendoli tramite volontà, nel senso che la possibilità di scelta di ognuno di noi  ha origine nella persona stessa e non in forze esterne.

Questa visione del mondo si contrappone a quella in qualche modo predeterminata da fattori sovrannaturali (destino), o naturali (determinismo), per via dei quali il volere degli individui sarebbe prestabilito prima della loro nascita: si parla allora a seconda dei casi di predestinazioneservo arbitrio o fatalismo.

Lasciando da parte le argomentazioni di carattere filosofico o teologico e rimanendo il più possibile ancorati a quelle scientifiche proviamo ad argomentare sull’esistenza (o meno) del libero arbitrio. Partiamo dalla “natura” del nostro universo, esso può essere:

  1. deterministico, e quindi tutte le nostre azioni sono prevedibili e il libero arbitrio non esiste: abbiamo solo l’illusione di compiere libere scelte.
  1. deterministico, ma esiste il libero arbitrio.
  2. non deterministico; la casualità è insita nell’universo e permette l’esistenza del libero arbitrio.
  3. non deterministico, ma il libero arbitrio non esiste perché gli eventi accadono in modo casuale e noi non possiamo influenzarli, esattamente come se fossero predeterminati.

Il nostro cervello, sede della coscienza umana, è un sofisticato hardware costituito da una rete di oltre cento miliardi di neuroni collegati tra loro da milioni di miliardi di sinapsi. Su questa straordinaria infrastruttura biologica “gira” un ancora in parte sconosciuto programma che ci permette non soltanto di agire ma di pensare e determinare scelte.

Tutta questa rete neurale è costituita da atomi che obbediscono alle stesse leggi della fisica di tutti gli altri atomi che costituiscono l’universo. Quindi in via del tutto teorica, se conoscessimo le regole che governano le interazioni tra loro avremmo sufficienti informazioni per poter prevedere quello che faremo domani o tra un mese. In caso che interagissimo con il mondo esterno avremmo la necessità di conoscere ogni informazione anche di quella parte del mondo per poter “prevedere” il futuro.

Se mettiamo da parte per un attimo i bizzarri comportamenti della meccanica quantistica che si basa sulle probabilità si potrebbe affermare, in via del tutto teorica, che saremmo immersi in un universo-macchina di tipo newtoniano dove tutte le nostre azioni sono predeterminate. Il libero arbitrio allora non esiste?

La risposta è si, il libero arbitrio esiste eccome e non é la meccanica quantistica a salvarlo ma la teoria del caos. Non ha alcuna importanza se viviamo in un universo deterministico dove teoricamente il futuro è già scritto. Quel futuro sarebbe noto solo se potessimo vedere tutto lo spazio e tutto il tempo da fuori. Ma la nostra coscienza è totalmente immersa all’interno dello spazio-tempo e quel futuro non sarà mai possibile conoscerlo. Le scelte che facciamo quindi ci regalano un futuro imprevedibile e sono pesantemente condizionate dall’effetto farfalla, per cui piccoli cambiamenti causate da decisioni diverse generano futuri profondamente diversi.

È la teoria del caos che ci impedisce e ci impedirà di predire il futuro a generare il libero arbitrio qualunque sia la natura dell’universo nel quale viviamo.

Per approfondire:

Effetto farfalla e caos

Il determinismo e il problema dei tre corpi

Fonti:

alcune voci di WIkipedia

La fisica del diavolo di Jim Al Khalili

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.