• 25 Settembre 2022 16:21

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Gatti indomiti e generosi

Autonomi, egoisti ed opportunisti: spesso ai gatti in generale vengono attribuiti questi aggettivi in modo piuttosto convinto e unilaterale. Contrapposti di frequente ai cani, fedeli per antonomasia, generosi e legati indissolubilmente ai padroni, in vita ed anche dopo. Carnivori obbligati, discendenti da antichi antenati selvatici, esperti predatori solitari di piccoli roditori, uccelli ed insetti, nonostante l’addomesticazione e il continuo apporto di cibo già pronto, non hanno perso del tutto l’abitudine atavica alla caccia: da soli, anche quando non hanno fame, per cui, quando possibile, possono ancora farlo, soprattutto in campagna.

La loro reputazione è cambiata più volte nel corso del tempo: dall’adorazione egizia alla demonizzazione del Medioevo, fino al sostanziale rapporto odierno di affetto e cura , soprattutto come animali da compagnia, per anziani, disabili e non solo. Sono tante le storie che emergono dal web e dai social, di straordinario coraggio, di dedizione assoluta alle persone, che contraddicono del tutto certe opinioni superficiali abbastanza ricorrenti su di loro.

Qualche storia assai significativa.

La gatta Tara, di recente, vedendo il piccolo padrone che stava per cadere dalla sua bici, una volta afferrato ad una caviglia dal cane di certi vicini, non ha esitato ad intervenire. Ha protetto così Jeremy col suo corpo, impedendo al cane di morderlo più volte. Allora il ragazzo è stato presto portato in ospedale, ricoverato d’urgenza. Dopo una breve medicazione è stato dimesso.

Scarlett, da vera madre coraggio, nel 1996 perse la vista per salvare i suoi piccoli, uno ad uno, da un terribile incendio scoppiato in casa, che avrebbe potuto farli soffocare e bruciare.

La soriana Gracie ha salvato la propria famiglia umana da un pericolo avvelenamento da monossido di Carbonio. Infatti, a causa di una perdita nel sistema di riscaldamento idrico, ci fu una fuoriuscita del gas tossico. La padrona già aveva perso i sensi, mentre il marito, richiamato dal suo miagolio insistente, svegliatosi, poté chiamare i soccorsi: i vigili del fuoco fecero in tempo a salvare tutti.

Simon, eroe di guerra, poi celebrato con tutti gli onori, dopo 65 anni dalla morte, trovandosi nel ’49 su una nave inglese, attaccata dalla flotta cinese, pur ferito difese strenuamente la dispensa coi viveri dall’attacco di topi, in modo che i marinai poterono sopravvivere fino ai nuovi rifornimenti.

Molti gatti hanno dato prova di grande generosità. Come Masha una randagia di Obninsk , che ha tenuto in vita un neonato di soli quattro mesi, abbandonato in una scatola di cartone, in una rigida giornata a 20 gradi sotto lo zero!

A Sandy, il padroncino Beau deve la vita. Una notte la madre Sally fu svegliata all’improvviso dal gatto: dapprima pensò solo che avesse fame, per cui lo ignorò. Poi davanti ai miagolii più forti, si alzò e notò il figlio svenuto: si trattava di un grave attacco epilettico, risolto da un pronto intervento medico.

Pudding ha invece salvato la padrona, vittima di una crisi diabetica nel sonno, richiamando il figlio Ethan, che è riuscito a soccorrere la madre in tempo.

Questi episodi e tanti altri non abbastanza noti dimostrano senza alcun dubbio che i gatti, anche grazie all’olfatto particolarmente sviluppato, possono mettere a repentaglio la propria vita, non solo per salvare quella dei propri cuccioli, ma anche delle famiglie presso cui si trovano, e persino di sconosciuti.

Esempi indiscutibili di vera generosità disinteressata.

Foto da: “tuttigatti.it”

Dante Iagrossi

LAUREATO IN FISICA, DOCENTE DI MATEMATICA E SCIENZE ALLE MEDIE, ORA IN PENSIONE, SI E' APPASSIONATO SOPRATTUTTO ALLA BIOLOGIA E PROBLEMATICHE AMBIENTALI. HA SCRITTO VARI ARTICOLI DIVULGATIVI, ALCUNI PUBBLICATI IN RETE, DOPO LA LETTURA DI SAGGI E RICERCHE SCIENTIFICHE.  IL RACCORDO TRA SCUOLA E RICERCA NON E' FACILE, MA SI PUO' TENTARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.