• 29 Luglio 2022 14:13

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

2 piogge di meteoriti illumineranno il cielo notturno questa settimana. Ecco tutte le informazioni per poterle osservare durante gli ultimi giorni di luglio.

Lo sciame meteorico Delta Aquaridi

Il primo evento, lo sciame meteorico Delta Aquaridi, dovrebbe raggiungere il picco intorno alle 6:00 ET, corrispondenti alle 12:00 ora italiana di oggi venerdi 29 luglio, questo secondo la EarthSky . Il suo radiante, ossia il punto da cui sembrano provenire i percorsi delle meteore, sorgerà a metà sera, con il punto più alto che avverrà intorno alle 2 del mattino, che poi diventerà basso durante l’alba.

La Terra, mentre seguirà la sua orbita attorno al Sole, incontrerà’ l’orbita di una cometa, la cui superficie ghiacciata rilascia dietro di sé polvere e rocce che vengono disciolte dal calore del Sole. Questo passaggio provocherà l’avvicinamento delle rocce spaziali verso la nostra atmosfera.

Secondo la NASA “la resistenza dell’aria sulla roccia la rende estremamente calda. Quello che vediamo non è altro che una stella cadente. La striscia luminosa che riusciremo a vedere è creata dalla temperatura più alta, che l’oggetto incontra mentre sfreccia attraverso l’atmosfera. Nel momento in cui la Terra incontra molti di questi oggetti contemporaneamente allora avviene una pioggia di meteoriti”.

Lo sciame meteorico delle Aquaridi, che vedremo in questi giorni, molto probabilmente, proviene dalla cometa 96P Machholz, un evento che avviene tra il 12 luglio e il 23 agosto di ogni anno.

L’evento sarà visibile in maniera migliore dalle persone che vivono nell’emisfero australe e alle latitudini meridionali dell’emisfero settentrionale, secondo quanto riportato dalla NASA. Per poter vedere l’evento bisognerà attendere un cielo scuro senza Luna, secondo quanto sottolineato dalla EarthSky. Il picco meteorico, fortunatamente, avverrà quando la Luna sarà piena solamente all’1%.

Le meteore, che avranno una presenza che andrà dai 10 ai 20 oggetti ad ora con una velocità di 41 chilometri al secondo, saranno più visibili tra le 2:00 e le 3:00 in tutti i fusi orari. Durante l’evento sarà visibile la debole presenza della costellazione dell’Acquario, secondo la EarthSky. Tra il 5 e il 10% delle meteore Delta Aquaridi lascia delle sono scie luminose di gas ionizzato persistenti, che rimangono per qualche secondo dopo il passaggio della meteora.

La NASA consiglia di restare al buio circa 30 minuti prima di cominciare ad osservare la pioggia di meteoriti. Non sarà necessario utilizzare un telescopio, ma solamente trovare, per una visione ottimale, un’area lontana dall’illuminazione artificiale.

La pioggia di meteoriti Alpha Capricornids

Subito dopo il picco del Delta Aquaridi avverrà quello della pioggia di meteoriti Alpha Capricornids, che si verificherà tra sabato e domenica, quando la Luna apparirà piena soltanto del 5%, secondo quanto riportato dall’American Meteor Society.

Questa pioggia di meteoriti non sarà molto forte e emetterà raramente più di cinque meteore all’ora. Nonostante ciò, l’Alpha Capricornids tende a produrre delle palle di fuoco molto luminose durante il suo picco e sarà visibile molto bene dalle persone su entrambi i lati dell’equatore.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2022/07/28/world/meteor-showers-july-delta-aquariids-scn/index.html

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.