• 16 Agosto 2022 5:08

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

PREMIO CARLA FENDI STEM [science,technology,engineering,mathematics]

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Nella giornata conclusiva del Festival sul palcoscenico del Concerto finale alla presenza del
Maestro Antonio Pappano, del sindaco Andrea Sisti Presidente della Fondazione Festival,
della direttrice artistica Monique Veaute e di Maria Teresa Fendi Presidente della Fondazione
Carla Fendi avrà luogo il Premio PREMIO CARLA FENDI STEM che chiude il
Festival.

Nell’interesse che la Fondazione nutre da alcune stagioni per la Scienza il riconoscimento
viene conferito all’astrofisica MARICA BRANCHESI per il contributo dato alla rilevazione
delle onde gravitazionali. Astrofisica, professore ordinario al Gran Sasso Science Institute è
considerata una tra le 10 persone più influenti negli ultimi anni secondo la rivista
scientifica Nature.
Il PREMIO, un contributo di 30.000 euro, sarà finalizzato a finanziare la formazione e la
ricerca di giovani presso il Gran Sasso Science Institute.


Marica Branchesi astrofisica italiana si è laureata in astronomia nel 2002 e ha conseguito il
dottorato di ricerca presso l’Università ALMA Mater Studiorum di Bologna nel 2006,
specializzandosi nel campo dell’astrofisica extragalattica osservativa e interpretativa, con studi sugli
ammassi di galassie e sui Nuclei Galattici Attivi in radio, ottico e raggi X. Nel 2009, il suo interesse
di ricerca si è esteso alla nuova entusiasmante frontiera dell’astronomia osservativa, l’osservazione
delle onde gravitazionali all’Università di Urbino. Successivamente si trasferisce al California
Institute of Technology, dove conosce il marito, Jan Harms, fisico tedesco esperto di onde
gravitazionali.

Dopo aver vinto un progetto del MIUR che le ha permesso di costruire un proprio
gruppo di lavoro, decide di rientrare in Italia. E’ ora Professore ordinario di astrofisica presso il
Gran Sasso Science Institute, partecipa al progetto internazionale Virgo/LIGO nell’ambito del quale
si occupa principalmente della fisica delle sorgenti astrofisiche che emettono onde gravitazionali e
segnali elettromagnetici. È stata presidente della commissione di Astrofisica delle onde gravitazionali
della International Astronomical Union dal 2017 al 2021. E’ attualmente Presidente del Consiglio
Scientifico dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e coordinatrice del gruppo internazionale che
sviluppa il caso scientifico del Einstein Telescope, il futuro osservatorio di onde gravitazionali.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.