• 17 Agosto 2022 9:32

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Il radiotelescopio cinese potrebbe aver intercettato segnali alieni. La Cina potrebbe aver rintracciato segnali alieni. I ricercatori al momento stanno cercando di escludere l’interferenza radio umana come fonte dei segnali.

La Cina sostiene quindi che il suo enorme telescopio “Sky Eye” potrebbe aver intercettato dei segnali da una lontana civiltà aliena. Questo secondo un rapporto pubblicato di recente e successivamente cancellato dagli scienziati cinesi.

I segnali

Gli astronomi della Beijing Normal University hanno individuato “differenti casi di possibili tracce tecnologiche e civiltà extraterrestri provenienti dall’esterno della Terra”. Le informazioni sono state pubblicate in un rapporto lo scorso 14 giugno su Science and Technology Daily, il giornale ufficiale del Ministero della Scienza e della Tecnologia cinese.

I segnali rintracciati sono stati individuati dal radiotelescopio sferico ad apertura di cinquecento metri cinese (FAST), denominato “Sky Eye”, il più grande radiotelescopio al mondo. Il radiotelescopio Sky Eye ha come obiettivo quello di scansionare lo spazio profondo alla ricerca di segnali radio. Gli indizi raccolti si riferiscono al 2019, prove che potrebbero indicare la vita extraterrestre.

I ricercatori hanno analizzato i dati nel 2020, individuando così due segnali radio sospetti a banda stretta e potenzialmente artificiali. Nel 2022 un’indagine mirata su degli esopianeti conosciuti, ha individuato un altro strano segnale radio a banda stretta, portando così il conteggio a tre casi.

Le analisi dei segnali

I segnali individuati sono onde radio a banda stretta utilizzate in genere solo da aerei e satelliti umani, quindi potrebbero essere stati prodotti da una tecnologia aliena. I ricercatori sottolineano che i loro risultati sono preliminari e quindi devono essere presi con cautela fino al completamento dell’analisi.

Zhang Tongjie, scienziato capo del China Extraterrestrial Civilization Research Group presso la Beijing Normal University, ha affermato che: “Si tratta di diversi segnali elettromagnetici a banda stretta, differenti da quelli precedenti.

Il team sta attualmente lavorando su ulteriori indagini. Anche la possibilità che il segnale sospetto sia una sorta di interferenza radio è molto alta e deve essere ulteriormente confermata ed esclusa. Le analisi avranno bisogno di un processo molto lungo. Il rapporto, dopo che la notizia è girata, è stato improvvisamente cancellato senza alcun motivo apparente.

Altri eventi

Questa non è la prima volta che vengono individuati delle onde radio dallo spazio profondo. Infatti, nel 1977 una ricerca SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence) eseguita dal telescopio Big Ear dell’Ohio State University, ha rilevato un’esplosione elettromagnetica incredibilmente forte, della durata di un minuto. Questa è esplosa ad una frequenza che i ricercatori hanno attribuito ad una civiltà aliena.

Il segnale individuato è stato rintracciato dallo scienziato Jerry Ehman, che lavorava con il telescopio quella notte. Lo scienziato ha frettolosamente scarabocchiato “Wow!” a penna rossa sulla pagina, dando così alla rilevazione il suo famoso nome.

Le ricerche svolte nella stessa regione successivamente non hanno prodotto altri risultati, ma hanno solo suggerito che il segnale forse proveniva da una stella simile al Sole situata nella costellazione del Sagittario, secondo quanto riportato in precedenza da Live Science. Ad oggi la fonte del segnale è ancora un mistero.

Conclusioni

Zhang Tongjie insieme al suo team ha in programma di effettuare osservazioni ripetute dei misteriosi segnali, così da escludere definitivamente qualsiasi interferenza radio e ottenere quante più informazioni possibili su di essi. Zhang Tongjie, ha dichiarato che: “Non vediamo l’ora che il telescopio FAST sia il primo a scoprire e confermare l’esistenza di civiltà extraterrestri”.

La differenza tra le dimensioni, l’età dell’universo e l’apparente mancanza di forme di vita intelligenti oltre la Terra, rapporto definito il paradosso di Fermi, hanno a lungo creato molti dubbi agli scienziati, misteri tutt’ora irrisolti.

FONTE:

https://www.livescience.com/china-says-it-may-have-received-signals-from-aliens

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.