• 10 Giugno 2022 18:05

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

InSight ha rilevato il più grande terremoto su Marte. Il lander della NASA ha appena rilevato il più grande terremoto mai riscontrato su un altro pianeta. L’evento registrato, che aveva una magnitudo di 5, è avvenuto sul pianeta rosso lo scorso 4 maggio.

Bruce Banerdt, investigatore principale di InSight presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA, ha dichiarato che: “Da quando abbiamo impostato il nostro sismometro, nel dicembre del 2018, attendevamo l’evento più grande. Questo terremoto fornirà sicuramente una visione del pianeta come nessun altro fin’ora. Gli scienziati analizzeranno i dati raccolti per apprendere nuove informazioni su Marte, conoscenze che saranno molto utili per gli anni a venire”.

InSight e i terremoti marziani

InSight, da quando è giunto su Marte nel 2018, ha rilevato più di 1.313 terremoti. Il più grande, fino ad ora, aveva una magnitudo di 4,2 e si è verificato il 25 agosto 2021. Gli eventi che avvengono su Marte sono come i terremoti che si possono percepire sulla Terra, soltanto un po’ diversi, ma solamente per il motivo per cui si verificano su ciascun pianeta. 

L’ultimo terremoto registrato su Marte sul nostro pianeta sarebbe un evento di medie dimensioni. Sul pianeta rosso, invece, diventa un nuovo record per quanto riguarda l’attività sismica rilevata dagli scienziati che esaminano Marte. Sul nostro pianeta i terremoti sono creati dal movimento delle placche tettoniche. La Terra è l’unico pianeta conosciuto, ad oggi, che possiede le placche.

Spectrogram showing the largest quake ever detected on another planet, discovered by NASA’s Insight lander on May 4, 2022

La struttura della crosta marziana

In quale modo si verificano i terremoti su Marte? La crosta marziana può essere paragonata ad un piatto gigantesco. Questo possiede dei difetti, delle fratture al suo interno, causate da un continuo restringimento del pianeta mentre si raffredda. Questa condizione crea una sorta di stress alla crosta marziana, causando degli allungamenti e delle fratture.

Le onde sismiche, che viaggiano attraverso diversi materiali all’interno di Marte, consentono ai ricercatori di analizzare la struttura del pianetaI terremoti che avvengono sul pianeta consentono ai ricercatori di comprendere il misterioso interno di Marte, informazioni che vengono poi applicate per comprendere come si formano gli altri pianeti rocciosi, incluso il nostro.

Il sismometro incredibilmente sensibile del lander, denominato Esperimento sismico per la struttura interna, ha la capacità di rilevare i terremoti da centinaia a migliaia di chilometri di distanzaI dati, finora raccolti da InSight, hanno rivelato nuovi dettagli sul nucleo e sul mantello marziani, elementi fin’ora poco conosciuti.

Conclusioni

Il team scientifico di InSight continuerà ad analizzare il sisma, per riuscire a comprenderne meglio l’origine e cosa questa potrebbe rivelare sul pianeta rosso. La missione sta attualmente affrontando nuove sfide mentre Marte si avvia nella stagione invernale, in un periodo in cui molta più polvere verrà sollevata nell’aria. 

Queste particelle galleggianti sono in grado di ridurre la luce solare necessaria per poter caricare i pannelli solari che alimentano InSight, uno strumento che attualmente sta lavorando ad una missione che è stata estesa fino al prossimo dicembre.

InSight, lo scorso 7 maggio, era entrato in modalità provvisoria quando i suoi livelli di energia sono diminuiti, causando così la cessazione di tutti i suoi strumenti tranne quelli che regolano le funzioni essenziali. Il team di InSight prevede che ciò potrebbe accadere più frequentemente in futuro, a causa degli aumenti dei livelli di polvere.

Il flusso costante di dati di InSight, diretti agli scienziati sulla Terra, si interromperà quando le celle solari non saranno più in grado di generare energia sufficiente, evento che potrebbe accadere entro la fine di quest’anno. I ricercatori, però, continueranno ad analizzare i rilevamenti effettuati da InSight per i decenni a venire, al fine di comprendere più possibile il nostro enigmatico vicino planetario.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2022/05/10/world/large-marsquake-insight-lander-scn/index.html?fbclid=IwAR0Bqaf92aUufzK67JAySccT6GGrLsobt6zjhN-8_fusMSbikbmxmH-5gN0

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.