• 10 Maggio 2022 11:23

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Le ultime viste nitide di Webb che rivoluzioneranno l’astronomia. Potrebbe esserci vita nello spazio? I ricercatori sperano che Webb riesca a fornire indizi a riguardo.

Il telescopio spaziale James Webb è in grado di fornire la prospettiva più nitida dell’universo mai vista prima, soprattutto sulla luce che sarebbe altrimenti invisibile. Le immagini dello strumento non saranno disponibili prima di quest’estate. Nonostante ciò, le recenti immagini di prova, catturate dal telescopio durante la sua fase finale di messa in servizio, forniscono un primo assaggio di ciò che ci farà osservare.

Michael McElwain, scienziato del progetto dell’osservatorio Webb presso il Goddard Space Flight Center della NASA, durante una conferenza ha dichiarato che: “Queste sono le immagini a infrarossi più nitide mai scattate prima da un telescopio spaziale”.

Le capacità di Webb

Webb sarà in grado di scrutare all’interno delle atmosfere degli esopianeti e osservare alcune delle prime galassie create dopo l’inizio dell’universo. Le formazioni saranno osservate attraverso la luce infrarossa, che risulta invisibile all’occhio umano. 

Le immagini riportate nell’articolo sono state immortalate dopo l’allineamento dei segmenti dello specchio del telescopio. Le immagini, di prova, mostrano delle riprese nitide e ben focalizzate. Queste rappresentano ciò che i quattro strumenti dell’osservatorio sono in grado di catturare. Il risultato più sorprendente arriva dal confronto delle immagini immortalate dallo strumento a infrarossi medi di Webb con la telecamera a raggi infrarossi del telescopio spaziale Spitzer, attualmente in pensione.

Lo Spitzer della NASA, è stato il primo a catturare le immagini dell’universo ad alta risoluzione nel vicino e nel medio infrarosso. Lo specchio di cui è dotato Webb è in grado di raccogliere molti più dettagli consentendo così molte più scoperte rispetto ai precedenti strumenti.

Confronto della nitidezza e il livello di dettaglio catturati dal telescopio spaziale Spitzer (a sinistra) e dal telescopio spaziale James Webb (a destra)

Le immagini riprese

I ricercatori che analizzano la Grande Nube di Magellano, una piccola galassia vicina alla Via Lattea, hanno notato che l’immagine di Webb, rivela dei dettagli senza precedenti del gas interstellare presente tra le stelle.

Webb, attualmente, si trova nella fase finale della sua preparazione, ultimo step prima di prepararsi per iniziare a condurre le osservazioni scientifiche. Gli strumenti del telescopio stanno effettuando i controlli finali e le calibrazioni, mentre il team del telescopio presente a terra valuta le prestazioni, per potersi assicurare che siano pronti a raccogliere correttamente i dati.

Una delle modalità speciali di cui è stato dotato Webb include il rilevamento del bersaglio mobile, uno capacità particolarmente utile per gli scienziati che vogliono studiare gli oggetti nelle zone ghiacciate del nostro sistema solare mentre questi orbitano attorno al Sole.

Webb ha fotografato una parte della Grande Nube di Magellano (fonte: Nasa/StScI)

Conclusioni

Le prime immagini dell’universo di Webb, definite osservazioni sul rilascio anticipato, o ERO, dovrebbero uscire a metà luglio. Una data più precisa sarà condivisa in seguito.

Gli obiettivi precisi di Webb per queste prime immagini non sono stati ancora rivelati, questo perché il team del telescopio non vuole rovinare la sorpresa. Gli obiettivi potrebbero anche cambiare man mano che il team si avvicina all’acquisizione delle immagini. Le prime immagini assomiglieranno molto a ciò che siamo abituati a vedere dal telescopio spaziale Hubble in termini di qualità estetica.

Christopher Evans, scienziato del progetto Webb presso l’Agenzia spaziale europea, termina dichiarando che: “L’astronomia non sarà più la stessa una volta che vedremo cosa Webb è in grado di fare con le sue osservazioni”.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2022/05/09/world/james-webb-space-telescope-update-scn/index.html?fbclid=IwAR16H15N737Mtr1Ucvs72EUq0Anj5pwE9oXU-PeugtVVAC5OFwvSma-tmM8

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.