• 20 Maggio 2022 12:07

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Dieci film da vedere (o rivedere) a Natale

Mancano ancora pochi giorni alla festa più suggestiva dell’anno e tra le mille piccole tradizioni che contribuiscono a mantenerne inalterato ed intramontabile il fascino di questa festa , la visione di un film dall’inconfondibile “sapore” natalizio per il giorno della Vigilia o dopo il monumentale pranzo di Natale, magari torpidamente stravaccati sul divano, è un must a cui pochi sanno rinunciare.

In quest’articolo segnaliamo dieci tra i film più adatti per la festa più bella dell’anno.

  1. Mamma ho perso l’aereo (1990)

Il film scritto e prodotto da John Hughes e diretto da Chris Columbus racconta le vicende di un ragazzino Kevin (Macaulay Culkin) “dimenticato” a casa dalla famiglia che parte per le vacanze di Natale. Rimasto solo il pestifero bambino dovrà vedersela con una coppia di scalcinati ladri che tenteranno di svaligiare la casa della famiglia McCallister credendola vuota. Risate assicurate.

2. Last Christmas (2019)

Prendete una colonna sonora formata dalle canzoni degli Wham!, aggiungete la sceneggiatura scritta dalla brava attrice Emma Thompson, mescolate il tutto con una bella ragazza Katarina “Kate” che lavora come elfo in un negozio di Natale nel centro di Londra aperto tutto l’anno, spruzzate il tutto con l’atmosfera natalizia ed eccovi servita una commedia romantica per la regia di Paul Feig. Una storia d’amore e il Natale, un binomio perfetto.

3. Frozen (2013)

Se ad assistere al film ci sono bambini sotto i 10 anni non può mancare Frozen, un film animato della Walt Disney, che pur essendo uscito “appena” nel 2013 è ormai assurto alla categoria dei cult imperdibili. Acclamato sia dalla critica che dal pubblico, la pellicola ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui 2 premi Oscar, miglior film d’animazione e miglior canzone (Let It Go in originale, All’alba sorgerò in italiano), il Golden Globe, il BAFTA e l’Annie Award nella stessa categoria. La storia della principessa Elsa, che può trasformare tutto in ghiaccio e neve, è costellate di disavventure ma il lieto fine è assicurato.

4. Love Actually (2003)

Film dal cast stellare: Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson, Liam Neeson, Alan Rickman e Keira Knightley è costituito dieci storie romantiche, ognuna con le sue difficoltà e le sue paure. Il romanticismo è il filo conduttore della pellicola diretta da Richard Curtis. La canzone “Love is all around” che fa parte di una colonna sonora entrata nella Top 40 della classifica americana di Billboard 200 è l’essenza delle dieci storie che si intersecano con un comune denominatore: il periodo natalizio. Film ormai diventato anch’esso un cult di Natale.

5. Carol (2015)

Nell’ovattata atmosfera delle festività natalizie della metropoli newyorkese si svolge la delicata ed appassionata storia d’amore tra due donne interpretate dalla bravissima Cate Blanchett (Oscar come miglior attrice protagonista) e Rooney Mara. Siamo a New York nel 1953 e anche la sola scena finale del film è un autentico gioiello. Vincitore di 6 Oscar e 5 Golden Globe il film ha anche una colonna sonora di tutto rispetto firmata da Curter Burwell. Il film è tratto da un romanzo della scrittrice Patricia Highsmith (conosciuta per i suoi gialli) del 1952 “The Price Salt”.

6. Dickens, l’uomo che inventò il Natale (2017)

Il titolo del film può sembrare esagerato ma in realtà dobbiamo al grande scrittore inglese una parte non marginale dell’immaginario collettivo occidentale sul Natale. Nell’ottobre 1843,  Charles Dickens soffre del fallimento dei suoi ultimi tre libri. Rifiutato dai suoi editori, in sei settimane di ardente ispirazione si avvia a scrivere ed autoprodurre un libro che sperava avrebbe tenuto a galla la sua famiglia e rilanciato la sua carriera, Canto di Natale. Diretto da Bharat Nalluri, protagonista principale è l’attore Dan Stevens che interpreta un appassionato Charles Dickens.

7. A Christmas Carol (2009)

Ed a proposito del Canto di Natale di Dickens, A Christmas Carol girato in  CGI utilizzando la tecnica della performance capture per la regia di Robert Zemeckis ci proietta nella cupa atmosfera natalizia di Ebenezer Scrooge,  un finanziere avaro, egoista e scorbutico, che respinge sgarbatamente l’invito a cena nella vigilia di Natale da parte dell’allegro nipote Fred, unico suo parente in vita. Il film prodotto dalla Walt Disney Pictures e realizzato con la tecnica 3D è un vero gioiello che si avvale della partecipazione di un ottimo cast. Jim Carrey, interpreta sia il vecchio Scrooge che i tre Spiriti del Natale. Colin Firth interpreta Fred, il nipote di Scrooge, che subisce i suoi rimproveri, oltre al secco rifiuto dell’invito alla Cena della Vigilia. Un grande Gary Oldman recita nella parte di Bob Cratchit, collaboratore sfruttato di Scrooge che si vede quasi negare la giornata di ferie, pagata, del 25 dicembre.

8. Il miracolo della 34ma strada (1947)

Il Babbo Natale che inaugura i festeggiamenti natalizi dei grandi magazzini Macy’s a New York è ubriaco, così la dinamica direttrice del marketing, Doris Walker, decide di farlo sostituire da Kris Kringle, anziano signore che già aveva rimbrottato aspramente l’uomo per la sua condotta scandalosa, e che sembra (e sostiene personalmente di essere) l‘autentico Babbo Natale. E’ in questo incipit che è racchiusa la trama di questo autentico cult dei film natalizi per eccellenza diretto da George Seaton. E’ l’irruzione di uno dei protagonisti indiscussi di questo periodo: Babbo Natale. Da rivedere con un pizzico di nostalgia.

9. Nightmare Before Christmas (1993)

Frutto del genio di Tim Burton ma diretto da Henry Selick racconta la storia del Re delle Zucche, Jack Skeletron, nella versione italiana doppiato da Renato Zero, che vuole rubare il Natale, dopo essere stato nel mondo immaginario di Babbo Natale. Il film ha ricevuto ampi consensi di critica e pubblico, guadagnandosi elogi per l’animazione (in particolare l’innovazione della forma d’arte in stop-motion), i personaggi, le canzoni e la colonna sonora.

10. Una poltrona per due (1983)

Non potevano chiudere questa breve e non esaustiva carrellata di film senza il cult per eccellenza: Una poltrona per due di John Landis con la straordinaria coppia Dan Aykroyd, Eddie Murphy e la partecipazione di Jamie Lee Curtis. Uscito nel 1983, il film che si avvia verso il mezzo secolo di vita ogni anno è atteso da una nutrita schiera di fan che ne celebrano la visione ogni Natale. Rito nel rito, il film racconta il casuale incrocio di due vite agli antipodi l’una dell’altra, quella di un altezzoso agente di cambio e quella di un senzatetto insolente e imbroglione. Data l’ambientazione della pellicola, col tempo è diventata una consuetudine della televisione italiana inserire Una poltrona per due nel palinsesto delle feste natalizie. Programmato per la prima volta nel giorno di Natale del 1989, a partire dal 1997 il film viene trasmesso pressoché regolarmente su Italia 1 la sera della vigilia, rendendolo di fatto un classico moderno della programmazione festiva e continuando, a distanza di decenni, a far registrare ottimi riscontri d’ascolto. Insomma non c’è Natale senza Una poltrona per due.

Buon film e soprattutto Buon Natale a tutti.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.