• 23 Dicembre 2021 1:23

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Perseverance: immortalato il suo primo tramonto marziano

Perseverance immortala il suo primo tramonto marziano. Il rover della NASA, dopo aver raccolto il suo terzo campione si è fermato per rivolgere il suo sguardo verso il cielo, catturando così una splendida immagine marziana. Il primo tramonto di Marte catturato dal rover è caratterizzato da un tenue bagliore di luce con dietro il profilo scuro dei suoi monti.

“Prendetevi un momento per stupirvi di fronte a questa immagine. Il rover ha catturato la prima veduta di un tramonto marziano con la sua Mastcam-Z. Questi sono attimi molto importanti tra i mille obiettivi di Perseverance, si legge su un twitter pubblicato dal team del rover.
 
Il team ha inoltre twittato che: “Un altro pezzettino di Marte da portare con noi. L’ultimo campione raccolto dal rover proviene da una roccia ricca del minerale verdastro olivina. Noi abbiamo già diverse idee su come sia finito lì. Le ipotesi stanno già spiccando il volo! Ovviamente la scienza le domina”.

Il primo tramonto marziano catturato dalla Mastcam-Z

Il tramonto marziano è stato immortalato dal rover Perseverance Mars della NASA, attraverso il suo sistema di telecamere Mastcam-Z lo scorso 9 novembre, corrispondente al 257° giorno marziano, o sol, della missione che ricordiamo conta ben 687 giorni terrestri.

I tramonti marziani si distinguono per la loro colorazione, che presenta un caratteristico colore blu. La polvere molto fine, presente nell’atmosfera marziana, permette alla luce blu di penetrare nell’atmosfera, in modo molto più efficiente rispetto agli altri colori, che sono invece caratterizzati da lunghezze d’onda molto più lunghe. 

Il tramonto immortalato, grazie ad una presenza inferiore di polvere nell’atmosfera, sta volta è apparso diverso, mostrando una colorazione molto più tenue rispetto alle precedenti osservazioni. Il colore presente nell’immagine è stato calibrato e bilanciato del bianco in modo da rimuovere gli artefatti creati dalla fotocamera.

Il tramonto su Marte

Su Marte i tramonti sono decisamente differenti rispetto a quelli terrestri. Questo perché l’atmosfera è molto più sottile, complessivamente pari a circa l’1% di quella terrestre. Sulla Terra la possibilità che la luce impatti con gas e pulviscolo, e che quindi si crei una diffusione della luce, risulta molto più elevata.

La superficie marziana è ricoperta di polveri, che a causa della minore gravità, possono sollevarsi e saturare l’atmosfera. Su Marte avviene più facilmente lo scattering di Mie, un effetto in cui la luce blu tende a essere deflessa e diffusa meno di quella rossa. Per questo motivo le giornate marziane sono caratterizzate da un colore del cielo marziano tendente al rosso. Durante il tramonto però la situazione cambia. Infatti, la luce blu con la presenza di uno strato più esteso di polveri, passa più facilmente. Questa condizione crea i famosi tramonti blu di Marte.

Conclusioni

Le recenti immagini raccolte inviate sulla Terra dal rover mostrano anche il tredicesimo volo effettuato dal drone Ingenuity lo scorso 4 settembre. I tecnici, presenti alla NASA, le hanno montate insieme creando così alcuni brevi video. Questi mostrano le migliori immagini catturate fin’ora dal piccolo velivolo mentre era in azione. L’elicottero Ingenuity, attualmente, si sta preparando per effettuare il suo sedicesimo volo su Marte, previsto per questo fine settimana.

L’indagine effettuate attraverso la Mastcam-Z sono state guidate e gestite dall‘Arizona State University di Tempe, che lavora in collaborazione con Malin Space Science Systems a San Diego, California. Queste si occupano della progettazione, della fabbricazione, dei test e del funzionamento delle telecamere e in collaborazione con i Neils Bohr Institute dell’Università di Copenhagen della progettazione, della fabbricazione e dei test dei target di calibrazione.

FONTI:

https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2021/11/20/il-rover-perseverance-fotografa-il-suo-primo-tramonto-marziano-video_7c076d8b-b27c-46e2-b3b9-48a8e721e2a8.html

https://mars.nasa.gov/resources/26365/mastcam-zs-first-martian-sunset/

https://www.wired.it/article/marte-tramonto-perseverance-foto/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.