• 20 Gennaio 2022 8:38

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Il video della discesa della sonda Huygens su Titano. Huygens è stata la prima sonda a riuscire ad arrivare e ad atterrare nel luogo più lontano dalla Terra. Il nome della sonda è ispirato all’astronomo olandese che ha individuato, nel 1655, la luna di Saturno.

Dalla missione che ha visto le navicelle spaziali dirigersi verso Saturno e le sue lune, all’interno della missione Cassini-Huygens, sono trascorsi ormai sedici anni. La sonda Huygens si divise dall’orbiter Cassini a Natale del 2004. Questa fu la prima a giungere su una delle più misteriose e affascinanti lune di Saturno, Titano.

La sonda è stato appunto l’oggetto che ha effettuato il più distante atterraggio. Inoltre, fu anche la prima ad arrivare su una luna che non era quella della Terra. L’evento fu incredibilmente importante sia per la NASA che per l’ESA, che avevano organizzato insieme la missione. Per chi si fosse perso l’atterraggio è possibile vedere il video, così da poter rivivere quegli incredibili momenti.

L’allunaggio della sonda Huygens su Titano

Titano, oltre ad essere il più grande satellite naturale di Saturno e anche il corpo roccioso più massiccio situato nel sistema solare. Il satellite è formato da ghiaccio e materiale rocciosi. Titano, per molto tempo, è stato uno dei possibili candidati per una missione umana nel sistema solare esterno.

La scelta è ricaduta su Titano perché è l’unico satellite a possedere un’atmosfera particolarmente densa. Attraverso l’atterraggio effettuato dalla sonda Huygens, i ricercatori hanno potuto osservare cosa è presente al di sotto delle nuvole color ocra di Titano. La sonda Huygens ha impiegato circa due ore e mezza per completare la discesa su Titano, fino ad arrivare con un tonfo ad atterrare su una gelida pianura alluvionale, circondata da ciottoli ghiacciati.

La sonda, purtroppo, non è riuscita a sopravvivere alla discesa e all’atterraggio. Nonostante ciò. ha continuato a trasmettere dati per più di un’ora sulla superficie gelida di Titano, fino a quando le sue batterie non si sono scaricate. I ricercatori, grazie a questa impresa, hanno potuto raccogliere moltissimi dati, e comprendere maggiori informazioni sulle caratteristiche della luna di Saturno.

Titano e le sue caratteristiche

La missione ha permesso di individuare la presenza di grandi laghi di metano liquido situati nelle regioni polari del satellite. La superficie della luna è decisamente giovane e prevalentemente piatta, caratterizzata dalla presenza di pochi criovulcani e crateri da impatto.

L’atmosfera di Titano, purtroppo, è inaccessibile per gli esseri umani. Questa infatti è composta dal 95% di azoto. Il resto è formato da metano ed etano, elementi che finiscono per addensarsi formando delle spesse nuvole. La temperatura presente sulla superficie di Titano è di -179,2° C, una caratteristica che la rende una luna decisamente molto fredda.

I ricercatori, osservando le caratteristiche presenti su Titano, ritengono che questa sia attualmente molto simile a come doveva apparire un tempo la nostra Terra, un luogo in cui il ciclo del metano sostituiva quello idrologico presente invece sul nostro pianeta.

Nel video, presente nel link, si può vedere l’atterraggio della sonda Huygens su Titano

FONTE:

https://www.passioneastronomia.it/video-discesa-sonda-titano/?fbclid=IwAR2PZs8MjbHQgyx8TwhR5QNQcnEJ53yAuQwHwtnL0U_5pCZH04GmJufY5aw

https://www.nasa.gov/jpl/cassini/nasa-and-esa-celebrate-10-years-since-titan-landing

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.