• 17 Gennaio 2022 22:08

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Kamo’oalewa, un asteroide che potrebbe essere un pezzo della Luna

Kamo’oalewa, un asteroide che potrebbe essere un pezzo della Luna. L’oggetto, situato vicino alla Terra, potrebbe essere un frammento del nostro satellite, che in tempi passati si è staccato dalla Luna. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Communications Earth & Environment.

Il “quasi-satellite” scoperto è stato denominato Kamo’oalewa, una parola che deriva da un canto di creazione hawaiano, che si riferisce ad una progenie che viaggia da solo. Un quasi-satellite non è altro che un corpo celeste, analogo ad un pianeta o ad un satellite, la cui orbita comprende tuttavia sia il suo pianeta che la rispettiva stella.

L’oggetto è stato individuato dagli astronomi per la prima volta nel 2016, utilizzando il telescopio Pan-STARRS, acronimo di Panoramic Survey Telescope e Rapid Response System, situato alle Hawaii.

Kamo’oalewa, il quasi-satellite

I ricercatori, al momento, non hanno molte informazioni su questa tipologia di asteroide. Questo perché sono oggetti molto difficili da osservare. Gli astronomi, per quanto riguarda Kamo`oalewa, sono riusciti ad osservarlo solamente per poche settimane, tutti gli anni ad aprile, dall’anno della sua scoperta.

Kamo`oalewa risulta essere all’incirca 4 milioni di volte più debole della stella meno luminosa che è possibile osservare ad occhio nudo nel cielo notturno. L’asteroide possiede un diametro compreso tra i 46 e 58 metri e un’orbita situata a 14,5 milioni di chilometri dalla Terra.

Gli astronomi solamente attraverso i più grandi telescopi terrestri della Terra hanno potuto individuare l’asteroide. Uno dei telescopi con cui sono state effettuate le osservazioni è il Large Binocular Telescope situato sul Monte Graham nel sud dell’Arizona.

I ricercatori hanno così scoperto che lo spettro di Kamo`oalewa, o modello di luce riflessa, corrisponde ai minerali della superficie lunare e alle rocce lunari raccolte durante le missioni Apollo della NASA. Ciò suggerisce che Kamo`oalewa, molto tempo fa faceva parte della Luna, e poi successivamente si è staccato formando così un asteroide. 

La formazione dell’asteroide

Gli astronomi, ad oggi, non sono certi di quando si è verificato questo evento di impatto, perché attualmente non ci sono altri asteroidi noti creati dalla Luna. I ricercatori ritengono che l’asteroide sia il probabile risultato di detriti di un antico evento di impatto. In alternativa, potrebbe essersi formato dalla rottura gravitazionale di un corpo più grande durante un incontro ravvicinato con la Terra e la Luna.

L’autore principale dello studio Ben Sharkey, uno studente di dottorato presso il dipartimento di scienze planetarie dell’Università dell’Arizona, ha spiegato che: “Ho esaminato ogni spettro di asteroidi situati vicino alla Terra a cui potevamo avere accesso, e nulla corrispondeva”.

Ben Sharkey insieme al suo consigliere, Vishnu Reddy, professore associato di scienze planetarie dell’Università dell’Arizona, hanno valutato insieme le possibili origini dell’asteroide. Per poterle determinare hanno continuato le osservazioni dell’oggetto. Purtroppo, il telescopio è stato chiuso ad aprile del 2020 a causa della pandemia. Quest’anno, invece, ha offerto un’altra opportunità di osservazione.

foto generica

Conclusioni

Ben Sharkey, ha dichiarato che: “La scorsa primavera abbiamo ricevuto le necessarie osservazioni di follow-up e abbiamo detto Wow, è vero. È più semplice da spiegare con la Luna che con altre idee”.

Un altro aspetto che suggerisce che abbia avuto origine dalla Luna è la sua orbita, che però ne rende difficile la sua osservazione. Mentre Kamo`oalewa orbita attorno al Sole, in un modo molto simile a quello della Terra, possiede una leggera inclinazione a differenza di altri asteroidi vicini alla Terra.

Renu Malhotra, conclude affermando che: “È molto improbabile che un asteroide situato vicino alla Terra, si sposti spontaneamente in un’orbita quasi satellitare come quella di Kamo`oalewa. Purtroppo, l’asteroide non rimarrà in questa particolare orbita per molto tempo, solamente per circa altri 300 anni. Inoltre, abbiamo stimato che sia arrivato in questa orbita all’incirca 500 anni fa”.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2021/11/11/world/asteroid-moon-fragment-scn/index.html

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.