• 15 Novembre 2021 9:57

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Il telescopio spaziale Webb è arrivato della nella Guyana francese dopo aver portato a termine il suo viaggio in mare. Il telescopio della NASA ha terminato con successo il suo viaggio in mare, giungendo martedì nella Guyana francese dopo una traversata di 16 giorni.

Il telescopio ha affrontato quasi 10.000 chilometri via mare, partendo dalla California passando poi attraverso il Canale di Panama a Port de Pariacabo sul fiume Kourou nella Guyana francese, sulla costa nord-orientale del Sud America.

L’osservatorio di scienze spaziali più grande e complesso al mondo adesso si trova al suo sito di lancio, lo spazioporto europeo di Kourou. Sarà qui che inizieranno i preparativi, che dureranno due mesi, per affrontare il viaggio sul razzo Ariane 5. Il lancio è previsto per il 18 dicembre.

Il telescopio spaziale Webb

Il telescopio spaziale Webb, una volta operativo, avrà come obiettivi quelli di approfondire tutte le fasi della storia cosmica, fino a subito dopo il big bang, e aiuterà a rintracciare i segni di una potenziale abitabilità, tra le migliaia di esopianeti che gli scienziati hanno scoperto negli ultimi anni.

La missione è una collaborazione internazionale guidata dalla NASA, insieme alle agenzie spaziali europee e canadesi. Bill Nelson, amministratore della NASA, ha affermato che: “Il James Webb Space Telescope è un risultato colossale, uno strumento creato per riuscire a trasformare la nostra visione dell’universo, in grado di fornire una scienza straordinaria”.

Bill Nelson, continua affermando che: Webb guarderà indietro di oltre 13 miliardi di anni, fino ad arrivare alla luce creata subito dopo il big bang. Questo strumento ha la capacità di mostrare all’umanità i confini più remoti dello spazio, mai visti prima d’ora. Ora siamo molto vicini a svelare i misteri del cosmo, tutto ciò grazie alle capacità e alle competenze del nostro formidabile team”.

Il team di Webb, dopo aver terminato i test ad agosto presso lo Space Park di Northrop Grumman, in California, ha passato quasi un mese a ripiegare, riporre e preparare l’enorme osservatorio per effettuare la spedizione verso il Sud America.

Il viaggio di Webb

Il telescopio è stato trasportato all’interno di un container costruito su misura e continuamente controllato. Webb ha viaggiato insieme ad una scorta di polizia per circa 40 chilometri attraverso le strade di Los Angeles, dalla struttura di Northrop Grumman a Redondo Beach alla Naval Weapons Station Seal Beach. Da qui è stato caricato sulla MN Colibri, una nave mercantile battente bandiera francese, che aveva già trasportato satelliti e hardware per voli spaziali a Kourou. 

Il MN Colibri è partito da Seal Beach domenica 26 settembre ed è entrato nel Canale di Panama martedì 5 ottobre diretto a Kourou. Il viaggio oceanico ha rappresentato l’ultima tappa dei lunghi viaggi di Webb sulla terra. Il telescopio era stato assemblato presso il Goddard Space Flight Center, della NASA a Greenbelt, nel Maryland, a partire dal 2013.

Webb, nel 2017 è stato inviato al Johnson Space Center, della NASA, a Houston, per effettuare i test criogenici presso la storica struttura di test “Chamber A”, famoso centro utilizzato durante le missioni Apollo. Il telescopio, nel 2018, è stato inviato allo Space Park in California, dove per tre anni è stato sottoposto a test rigorosi. Questo per garantire le sue capacità per le operazioni nell’ambiente spaziale.

Thomas Zurbuchen, amministratore associato per la direzione della missione scientifica della NASA, ha spiegato che: “Un team di talento proveniente dall’America, dal Canada e dall’Europa ha lavorato insieme per riuscire a costruire questo osservatorio altamente complesso. È una sfida incredibile, e ne è valsa davvero la pena. Vedremo cose nell’universo al di là di ciò che possiamo anche solo immaginare oggi”.

Thomas Zurbuchen, termina spiegando che: Adesso Webb è finalmente giunto a Kourou, luogo in cui sarà preparato per il lancio che avverrà a dicembre. Da qui lo osserveremo con molta suspense durante le prossime settimane e mesi, periodo in cui prepareremo per il lancio il più grande telescopio spaziale mai costruito prima”.

Conclusioni

Gli ingegneri, subito dopo aver rimosso il telescopio dal suo container, hanno cominciato subito i controlli sulle condizioni dell’osservatorio. Webb, successivamente verrà configurato per il volo. Questa procedura include il caricamento del veicolo spaziale con propellenti, prima che Webb venga montato sulla parte superiore del razzo e racchiuso nella carenatura per il lancio.

Gregory Robinson, direttore del programma di Webb presso la sede della NASA, ha dichiarato che: “L’arrivo di Webb al sito di lancio è un’occasione epocale. Siamo molto entusiasti di inviare finalmente questo immenso osservatorio del mondo nello spazio profondo. Webb ha attraversato il paese e ha viaggiato per mare”.

Gregory Robinson, conclude affermando che: “Ora compirà il suo ultimo viaggio con un razzo che lo porterà ad un milione di chilometri dalla Terra. Qui potrà catturare immagini straordinarie delle prime galassie dell’universo primordiale, informazioni che indubbiamente trasformeranno la nostra comprensione del nostro posto nel cosmo”.

Per ulteriori informazioni sulla missione Webb, è possibile visitare il sito:

https://www.nasa.gov/webb

FONTE:

https://www.nasa.gov/press-release/nasa-s-webb-space-telescope-arrives-in-french-guiana-after-sea-voyage

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.