• 16 Novembre 2021 23:07

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

I bambini che mangiano più frutta e verdura hanno una migliore salute mentale

I bambini che mangiano più frutta e verdura hanno una migliore salute mentale secondo uno studio inglese. La ricerca è stata svolta dai ricercatori della University of East Anglia e pubblicato su BMJ Nutrition, Prevention & Health.

I ricercatori hanno condotto lo studio sugli alunni di diverse scuole secondarie, scoprendo che i bambini esaminati, che solitamente consumavano cinque o più porzioni di frutta e di verdura ogni giorno, mostravano punteggi molto più elevati per quanto riguarda il loro benessere mentale.

Secondo la ricercatrice responsabile dello studio Ailsa Welch, della Norwich Medical School, il benessere mentale è una questione molto importante per i giovani, un aspetto che se non trattato in maniera sana, può determinare conseguenze molto negative a lungo termine.

La ricerca

Il team di ricerca ha esaminato i dati raccolti da circa 9000 bambini. Le informazioni sono state raccolte in 50 scuole del Norfolk, nel Regno Unito. La ricerca ha mostrato che i bambini che seguono un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, posseggono una migliore salute mentale.

Le informazioni sulle abitudini alimentari dei bambini sono state raccolte nel corso di diversi questionari. Mentre per quanto riguarda i livelli di benessere mentale, i livelli sono stati valutati attraverso degli appositi test.

I test utilizzati sono stati in grado di valutare gli stati d’animo. Tra questi troviamo l’allegria, il livello di rilassamento e il livello dei rapporti interpersonali. Secondo quanto reso noto da Ailsa Welch i risultati hanno evidenziato che un quarto dei bambini della scuola secondaria e il 28% di quelli della scuola primaria consumavano almeno 5 porzioni di frutta e di verdura durante l’intera giornata. Mentre invece un bambino su 10 ha riferito di non mangiare frutta e verdura ogni giorno.

I ricercatori hanno anche scoperto che più di un bambino su cinque delle scuole secondarie e uno su 10 di quelle primarie non faceva colazione, mentre più di un bambino su 10 delle scuole secondarie riferiva di non aver pranzato.

Lo studio ha messo in luce che i bambini delle scuole secondarie, che erano soliti bere bevande energetiche, mostravano punteggi molto più bassi di benessere mentale, inferiori anche ai punteggi di bambini che riferivano di non aver fatto affatto colazione.

Conclusioni

Il team di ricerca, che ha preso in considerazione eventuali fattori di disturbo, come ad esempio le eventuali esperienze avverse durante l’infanzia e la situazione domestica, ha scoperto che in linea generale mangiare in maniera sana poteva essere ricollegato ad un benessere mentale migliore nei bambini. Inoltre, lo studio ha rilevato che il collegamento tra abitudini alimentari sane e il benessere mentale sembrava particolarmente presente tra i bambini delle scuole secondarie.

Lo studio ha quindi rilevato che il consumo di frutta, verdura, il non saltare il pranzo e la colazione producono il buon umore nei bambini. La ricerca fornisce dei risultati confortanti sul legame tra alimentazione e salute mentale.

FONTI:

https://notiziescientifiche.it/bambini-che-mangiano-piu-frutta-e-verdura-mostrano-migliore-salute-mentale-in-studio-inglese/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

1 commento su “I bambini che mangiano più frutta e verdura hanno una migliore salute mentale”
  1. L’articolo è scritto in modo chiaro ed esaustivo, ben strutturato nelle sue varie parti e nelle conclusioni. Dimostra l’importanza basilare del consumo di frutta e verdura sin dall’età infantile, per un adeguato apporto di vitamine e sali minerali. Purtroppo la produzione odierna, con uso a volte massiccio di pesticidi e fertilizzanti chimici, può portare anche a disturbi e malattie non trascurabili. Ben vengano perciò piccoli orti a livello familiare e alberi da frutta non trattati (se possibile!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.