• 10 Novembre 2021 10:43

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Il Capitano Kirk torna nello spazio, questa volta quello vero

Spazio: ultima frontiera. Questi sono i viaggi della nave stellare Enterprise. La sua missione è quella di esplorare strani nuovi mondi alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà per arrivare coraggiosamente là dove nessuno è mai giunto prima! Molti ricorderanno questa frase diventata iconica della prima serie di Star Trek, uno dei franchise più longevi e famosi della fantascienza al cinema ed in televisione.

La prima serie, definita come quella classica è quella che ha lanciato alcuni dei personaggi più memorabili della saga, dal vulcaniano Spock, interpretato da Leonard Nimoy, al medico brontolone Leonard McCoy interpretato da DeForest Kelley, all’addetta alle comunicazioni Uhura (Nichelle Nichols) fino al più emblematico di tutti il capitano James T. Kirk, a cui da vita l’attore William Shatner.

Ebbene il novantenne Shatner, attore, produttore, scrittore, doppiatore e regista ha deciso alla sua veneranda età di tornare nello spazio, questa volta però non quello finto dei set cinematografici ma quello vero! Dopo alcuni giorni di indiscrezioni è arrivata infatti la conferma che il capitano Kirk sarà a bordo della capsula Blu Origin che sarà lanciata il prossimo 12 ottobre.

Insieme all’inossidabile Shatner parteciperanno a questo ennesimo “promo” del turismo spaziale il co-fondatore di Planet Labs, Chris Boshuizen e il co-fondatore di Meditata, Glen de Vries. In quest’occasione il mitico capitano della USS Enterprise stabilirà il nuovo record di persona più anziana a viaggiare nello spazio, con i suoi 90 anni infatti, batterà il record fin qui detenuto da  Wally Funk (82 anni) ottenuto in occasione della precedente missione di Blue Origin con l’obiettivo per Jeff Bezos, il patron di Amazon, di portare all’attenzione del grande pubblico le proprie attività.

L’attore che ha al suo attivo una lunga serie di collaborazioni con la NASA per la produzione di contenuti divulgativi sullo spazio, riuscirà così a soddisfare un desiderio a lungo manifestato, quello di viaggiare nello spazio vero. Inutile dire che si tratta di un grande spot per il nascente turismo spaziale, per il momento limitato ad una ristretta nicchia di facoltosi clienti.

L’impresa a cui si accinge l’indimenticabile capitano Kirk avrà anche il merito di dimostrare come chiunque, purché in buona salute, può dare una “sbirciatina” alla Terra dallo spazio, anche ad un età così avanzata come quella di Shatner.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.