• 12 Novembre 2021 23:59

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

La storia militare ed in particolare quella delle singole battaglie è piena di eventi e aneddoti particolari e curiosi. La battaglia di Almansa che ebbe luogo il 25 aprile 1707, nel corso della guerra di successione spagnola, si rivelò una delle più decisive di quel conflitto. Ma andiamo con ordine. La guerra di successione spagnola origina nel 1700 quando muore l’ultimo Re di Spagna della casa d’Asburgo, Carlo II.

La successione divenne una questione europea molto delicata. Ogni tentativo per un accordo diplomatico atto ad individuare il nuovo Re fallì. Sul letto di morte Carlo II decise di affidare tutto l’Impero spagnolo al suo pronipote Filippo, nipote di re Luigi XIV di Francia; con Filippo contemporaneamente al governo della Spagna e parte della linea di successione francese, Luigi XIV avrebbe finito con il riunire due dei troni più potenti d’Europa e rompere così gli equilibri della stabilità europea.

L’Inghilterra per contrastare questa eventualità che avrebbe fatto della Francia il dominus europeo formò la Grande Alleanza della Lega d’Augusta, insieme agli stati del Sacro Romano Impero, l’Austria e l’olandese Repubblica delle Province Unite. Il loro candidato alla successione del trono spagnolo era Leopoldo I d’Asburgo. Nel 1702 l’Inghilterra dichiarò guerra alla Francia.

La guerra si concluderà nel 1714 con la pace di Rastatt che sancirà un nuovo equilibrio tra le potenze europee. Facciamo però un passo indietro ed esattamente al 25 aprile 1707. Ad Almansa, una località ad un centinaio di km a sud di Valencia, nell’entroterra spagnolo, si combatte una battaglia singolare tra le armate franco-spagnole comandate dal maresciallo di Francia James FitzJames, primo duca di Berwick, figlio illegittimo di Giacomo ii d’Inghilterra, esiliato in Francia, e Arabella Churchill, sorella di John Churchill, duca di Marlborough e le armate inglesi, portoghesi e delle Province Unite al comando di Henry Massue de Ruvigny, conte di Galway, nato a Parigi e costretto a stabilirsi in Inghilterra a causa delle sue convinzioni religiose ugonotte, dopo avere servito per molti anni nell’esercito del Re Sole come aiutante di campo del maresciallo Turenne.

Si avete capito bene le truppe francesi erano al comando di un inglese e quelle del Regno Unito sottostavano ai comandi di un francese. Si tratta dell’unico caso nella storia di questi due paesi, spesso in conflitto fra loro per il predominio sul continente europeo, nei quali i condottieri erano per così dire a “nazionalità invertite”.

La battaglia fu vinta dalle armate franco-spagnole che riconquistarono parte della Spagna orientale. Si trattò dell’unico successo militare dei francesi nei confronti degli odiati nemici inglesi nel corso della guerra di successione spagnola ed ironia del caso il merito va all’inglesissimo James FitzJames!

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.