La Luna del raccolto, stasera, brillerà nel cielo notturno

La Luna del raccolto stasera brillerà nel cielo notturno, esattamente due giorni prima dell’equinozio d’autunno. Questo periodo dell’anno, caratterizzato dall’avvicinarsi della stagione autunnale e l’arrivo delle temperature più fredde, vedrà il debutto della Luna del raccolto il 20 settembre.

La Luna del raccolto segna il periodo appunto dell’inizio del raccolto. Gli agricoltori, grazie alla luce diffusa dalla Luna, potevano raccogliere i loro raccolti estivi anche durante la notte. Questo nome è attribuito alla tribù degli Algonchini, la più numerosa. Questa non era però l’unica. Infatti altre tradizioni si affiancano e a volte si sovrappongono. La Luna del Raccolto è anche chiamata Luna del Mais, perché questo era uno dei prodotti che caratterizzava settembre.

La comparsa della Luna del raccolto

Questa Luna piena farà la sua comparsa subito dopo il tramonto. Questa meravigliosa luna, circa ogni 3 anni, cade invece nel mese di ottobre, come nel 2020, quando è sorta in cielo il 1° ottobre.

La Luna piena, secondo la NASA, sarà visibile dalle 19:55 ET, esattamente 17 minuti dopo il tramonto. Il nostro satellite sorgerà in soli 30 minuti negli Stati Uniti settentrionali, mentre in Canada e in Europa impiegherà circa 20 minuti.

Secondo EarthSky, la Luna sorgerà verso il tramonto, posticipando poi l’evento di circa 50 minuti ogni giorno, arrivando in alcuni casi anche fino a 73 minuti. Ma quando una Luna piena si verifica vicino ad un equinozio d’autunno, come nel caso della Luna del raccolto, questa sorge in un orario più prossimo al tramonto e illumina il nostro cielo dal tramonto all’alba per diverse notti di seguito.

La Luna del raccolto, per quest’anno, sarà l’ultima della stagione estiva per tutti coloro che vivono nell’emisfero settentrionale, mentre per quanto riguarda quelli dell’emisfero australe sarà la quarta Luna piena invernale. Questo secondo quanto riportato da EarthSky.

Le caratteristiche della Luna del raccolto

La Luna del raccolto, potrà sembrare molto più grande e decisamente più luminosa rispetto alle altre. Questo avviene perché il nostro satellite si trova fisicamente più vicina all’orizzonte. La sua posizione crea quindi un effetto di illusione per quanto riguarda la sua dimensione.

Un’altra particolarità è il colore della Luna del raccolto, che potrà sembrare particolarmente arancione. Il suo colore è dovuto dalla posizione nei pressi dell’orizzonte e ad un maggiore spessore dell’atmosfera terrestre.

La stagione estiva di quest’anno è stata particolarmente insolita per quanto riguarda le Lune piene. Infatti, durante tutta l’estate si sono verificati ben quattro di questi eventi, in un periodo compreso tra il solstizio di giugno e l’equinozio di settembre.

Le prossime Lune piene che potrebbero essere visibili a seconda della tua posizione:

• 20 ottobre: ​​Luna del cacciatore

• 19 novembre: Luna castoro

• 18 dicembre: Luna fredda

FONTI:

https://edition.cnn.com/2021/09/20/world/september-harvest-moon-scn/index.html

https://earthsky.org/astronomy-essentials/harvest-moon-2/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.