Eseguito con successo il volo dello SpaceX Inspiration4, il turismo spaziale è realtà

Stanotte è stato eseguito con successo il volo dello SpaceX Inspiration4, facendo così divenire realtà il turismo spaziale. Il lancio della Crew Dragon Resilience è avvenuto come era stato previsto. Il decollo della capsula Crew Dragon Resilience di Elon Musk, che è stata trasportata dal razzo Falcon 9, è avvenuto dal Kennedy Space Center.

I passeggeri, 4 comuni cittadini, resteranno in orbita per tre giorni intorno alla Terra. La loro posizione gli permetterà di vedere la Terra ad oltre 500 Km di distanza. A bordo sono presenti l’imprenditore miliardario Jared Isaacman, comandante e finanziatore della spedizione, il medico Hayley Arceneaux, sopravvissuta ad un tumore e portatrice di protesi, la divulgatrice Sian Proctor, selezionata fra gli utenti di un servizio di e-commerce e infine l’ingegnere aerospaziale Chris Sembroski, scelto tra i donatori di una raccolta fondi per beneficenza.

Il volo della Inspiration4 segna un passo in avanti molto importante per quanto riguarda il turismo spaziale. Le persone a bordo della Crew Dragon Resilience, potranno godersi il loro viaggio all’interno della cupola panoramica senza doversi preoccupare di nulla.

Il volo del veicolo spaziale Crew Dragon Resilience

Il decollo del veicolo spaziale Crew Dragon Resilience, è stato eseguito dalla storica piattaforma di lancio 39A del Kennedy Space Center, alle 2 di stanotte ora italiana. La separazione dal razzo Falcon 9 è avvenuto alle 6 ora italiana.

L’equipaggio rimarrà in orbita fino al 19 settembre. Il volo servirà a condurre esperimenti scientifici e studiare il comportamento del corpo umano in condizioni di microgravità, e non solo. Infatti, la missione è anche una grande operazione di marketing. Il razzo, in poco più di 12 minuti, ha raggiunto la sua quota operativa, ad un’altitudine di 575 chilometri dalla superficie terrestre, a 175 chilometri oltre la Stazione spaziale internazionale.

I 4 astronauti non professionisti

I civili a bordo della Crew Dragon Resilience di SpaceX, la compagnia spaziale di Elon Musk che si è occupata del lancio, sono stati addestrati per eseguire il volo per un periodo di sei mesi. L’addestramento è stato svolto dalla compagnia spaziale.

Loro sono i primi quattro civili ad orbitare attorno alla Terra. I 4 astronauti non professionisti non appartengono ad alcun corpo astronautico o ente governativo. Il loro rientro è previsto il 19 settembre, con un ammaraggio, che in gergo viene definito splashdown. Questo verrà effettuato al largo della Florida durante il tardo pomeriggio italiano.

La missione

La missione ha segnato un primato storico per molti motivi. Innanzitutto avrà un forte valore simbolico. Isaacman l’ha ideata per poter supportare il St. Jude Children’s Research Hospital di Memphis, una struttura specializzata in oncologia pediatrica.

La SpaceX non ha divulgato il prezzo del volo, nonostante ciò è molto improbabile che i 4 biglietti abbiano avuto un costo inferiore a 200 milioni di dollari, cifra che l’imprenditore sta cercando di raccogliere attraverso un’asta a supporto di “Ispiration4”. Questa verrà poi devoluta all’ospedale di Memphis, a cui l’imprenditore ha già personalmente donato 100 milioni.

L’asta, poco prima del lancio aveva già raggiunto più di 30 milioni di dollari, a cui poi se ne sono aggiunti 225 mila solamente durante il collegamento in diretta di stanotte. Secondo quanto affermato da Jared Isaacman, “se un giorno vivremo in un mondo cui tutti potranno uscire e viaggiare tra le stelle, nel frattempo ci conviene battere il cancro”.

La Inspiration4 ha creato anche la possibilità di creare il primo documentario, intitolato “Countdown: Inspiration4 Mission to Space”, in tempo, quasi reale, di un volo spaziale. Questo è stato realizzato dalla testata Time con lo studio di produzione Known, diretto da Jason Herir. Il documentario sarà disponibile dal 6 settembre in cinque puntate su Netflix, che per l’occasione ha anche ospitato la diretta del lancio.

Conclusioni

Ispiration4 segna l’inizio di imprese memorabili per quanto riguarda lo sfruttamento commerciale delle orbite più prossime alla Terra, il loro utilizzo a scopo scientifico e tecnologico.

L’equipaggio di civili presenti in orbita ci ricorda che lo spazio sarà la prossima frontiera dell’umanità, e che le orbite, attorno al nostro pianeta, diventeranno presto l’ambito di un commercio impensabile fino a pochi anni fa. Queste permetteranno lo sfruttamento di risorse extra-atmosferiche a scopi scientifici e tecnologici, la delocalizzazione di filiere industriali che, in orbita, vedranno ridotti i costi e l’inquinamento dei processi produttivi.

Questi saranno gli obiettivi della nuova corsa allo spazio. Ad oggi lo spazio è già utilizzato per molti servizi innovativi, come il precision farming per l’agricoltura. il monitoraggio delle infrastrutture, l’osservazione dei cambiamenti climatici e dei loro effetti.

Le infrastrutture orbitanti ci permettono di guardare in diretta e in alta definizione le medaglie di Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi, o le notti magiche agli Europei. L’Inspiration4 non è di certo un percorso privo di rischi, incidenti e possibilità di contrasto, come già dimostrano i conflittuali interessi geopolitici, ma è indubbiamente una via molto efficace per migliorare la vita di tutti sulla Terra.

Video del lancio:

FONTE:

https://www.rainews.it/dl/rainews/media/SpaceX-Inspiration4-orbita-turismo-spaziale-realta-Il-lancio-della-Crew-Dragon-Resilience-6250e42d-cd31-44e9-8ede-2813d0deebf2.html#foto-7

https://www.wired.it/scienza/spazio/2021/09/16/spazio-inspiration4-partita-spacex/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.