Asteroide Psyche: osservate, per la prima volta, le caratteristiche termiche

I ricercatori, per la prima volta, sono riusciti ad osservare, e misurare, le caratteristiche termiche dell’asteroide Psyche. La ricerca è stata eseguita in maniera molto accurata sulla superficie dell’oggetto. L’asteroide, un enorme oggetto di natura rocciosa, ha da subito destato interesse scientifico, a tal punto da spingere la NASA, a programmare, per il 2026, una missione per raggiungerlo.

I risultati ottenuti dalla ricerca sono stati descritti in un articolo pubblicato sul Planetary Science Journal, il 5 agosto scorso. Questa informazioni ottenute segnano un ulteriore passo verso la risoluzione del mistero sull’origine di questo insolito oggetto.

L‘asteroide Psyche, possiede un diametro di oltre 200 km. L’oggetto viene considerato da molti ricercatori, come un possibile frammento di un nucleo di un proto-pianeta. L’asteroide, molto probabilmente, si è dissolto durante la formazione del sistema solare. Questa tipologia di oggetti rientra negli asteroidi di tipo M, oggetti che sono situati nella cintura di asteroidi, posizionata tra le orbite di Marte e Giove.

Nella fascia di asteroidi sono localizzati oltre un milione di corpi rocciosi, che presentano una dimensione che varia dai 10 metri ai 1000 km. L’asteroide Psyche orbita attorno al Sole nella cintura degli asteroidi, in una regione che in questo caso è compresa tra la Terra e Giove

Le osservazioni dell’asteroide

Le osservazioni effettuate sull’asteroide sono state effettuate da un osservatorio in Cile. Questa ha indubbiamente rappresentato una sfida significativa, visto che non è stata misurata la luce riflessa del Sole, bensì quella emessa direttamente dal corpo roccioso.

I ricercatori, ora, possono sfruttare i dati raccolti per poter analizzare l’inerzia termica dell’asteroide. Questa non è altro che la velocità con cui si l’oggetto si riscalda con la luce del Sole e poi successivamente si raffredda al buio.

Secondo le conoscenze fin’ora raggiunte, è noto che una bassa inerzia termica è generalmente associata alla predominanza di strati di polvere esterni. Mentre invece la presenza di un’elevata inerzia termica, potrebbe indicare la presenza di rocce in superficie.

Gli astronomi, hanno utilizzato ALMA, in Cile, una serie di 66 radiotelescopi, per poter mappare le emissioni termiche dell’intera superficie di Psyche. La ricerca svolta ha reso noto che Psyche possiede una superficie insolitamente densa e conduttiva. Questa gli conferisce, in confronto ad un tipico asteroide, un’elevata inerzia termica.

Il team di ricerca ha inoltre scoperto che l’emissione termica, ossia la quantità di calore che irradia l’oggetto, è solo il 60% di quella che ci si aspetterebbe dalla tipica superficie di un asteroide con questo topo di caratteristiche. I risultati, inoltre, evidenziano che la superficie di Psiche presenta almeno il 30% di metalli, un risultato perfettamente conforme con le ipotesi iniziali.

FONTE:

https://iopscience.iop.org/article/10.3847/PSJ/ac01ec

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.