Le Perseidi, le stelle cadenti più attese, sono in arrivo

Le Perseidi, le stelle cadenti più attese dell’anno, sono in arrivo. Come ogni anno torna il tanto atteso appuntamento. Si tratta di una delle più grandi piogge di meteoriti dell’anno.

Le Perseidi sono già visibili nei nostri cieli notturni. Queste raggiungeranno il picco poco prima di metà agosto, momento in cui avremo la possibilità di osservare il meraviglioso spettacolo delle stelle cadenti.

Nell’immagine è visibile una foto scattata con un’esposizione di 30 secondi. Questa è stata scattata con una lente circolare fish-eye. Nella foto è stata immortalata una meteora che sfreccia nel cielo durante l’annuale periodo di pioggia di meteoriti delle Perseidi

Le telecamere di rilevamento della NASA hanno individuato il primo meteorite appartenente alle Perseide il 26 luglio. L’opportunità migliore per poterle vedere si avrà l’11 agosto. La Luna, durante questo periodo, sarà crescente e tramonterà molto presto. Questo creerà dei cieli notturni molto scuri tra l’11 e il 12 agosto, permettendo così una buona osservazione.

Se vivi nell’emisfero settentrionale e sei lontano dall’inquinamento luminoso, potresti riuscire a vedere una media di 40 Perseidi all’ora. Se invece abiti in città, le stelle cadenti visibili saranno alcune ogni ora.

Le persone che invece vivono nell’emisfero australe, vedranno un numero inferiore di Perseidi. Queste non risultano visibili al di sotto di circa 30 gradi di latitudine verso sud.

Il picco delle Perseidi

La notte tra il 12 e il 13 agosto sarà il momento migliore per poter osservare le Perseidi. Per il prossimo anno, nello stesso periodo, sarà presente una Luna piena e un’attività meteorica inferiore durante il picco delle Perseidi nel 2022, e una mezzaluna calante alta nel cielo per il 2023. Quindi questo è l’anno ideale per fare un po’ di skywatching.

Il grafico nell’immagine mostra i livelli previsti di attività delle Perseidi per luglio ed agosto 2021, rispetto al picco dell’11-13 agosto. Il calcolo non considera gli effetti del Sole, della Luna e delle nuvole

Consigli per poter vedere le Perseidi

L’ideale per poterle vedere è trovare un posto dove non siano presenti luci intense. Inoltre, bisogna abituare gli occhi al buio, almeno per mezz’ora, prima di cercare di individuare le stelle cadenti.

Le Perseidi appariranno come delle velocissime minuscole strisce di luce. Il nome deriva dalla loro provenienza, ossia la costellazione del Perseo, situata vicino all’Ariete e al Toro nel cielo notturno. La zona della loro provenienza è molto difficile da individuare dalla Terra, quindi è consigliabile osservare verso l’alto per poter vedere le stelle cadenti.

Se non riesci a individuare le Perseidi dove vivi, allora puoi unirti alla NASA e guardare le stelle cadenti sui social media. Potrai sintonizzarti durante la notte dall’11 al 12 agosto (10 PM-5 AM CDT; 3-10 AM UTC) attraverso Facebook, Twitter YouTube.

Qui potrai cercare di individuare le meteore insieme ad altri fan dello spazio di tutto il mondo. Si il cielo dovesse risultare nuvoloso, allora si potrà provare ad individuare le stelle cadenti alla stessa ora tra il 12 e il 13 agosto. 

Il nostro livestream sarà ospitato dal Meteoroid Environment Office, presso il Marshall Space Flight Center, della NASA. Questo tiene traccia di ogni oggetto celeste nel cielo notturno. Lo scopo principale è quello di informare il pubblico e aiutare a proteggere i nostri astronauti e le nostre navicelle spaziali.

Da dove vengono le Perseidi?

Le Perseidi sono dei frammenti della cometa Swift-Tuttle. Questa orbita tra il Sole e oltre l’orbita di Plutone, una volta ogni 133 anni. La Terra, ogni anno, si trova ad orbitare vicino al percorso della cometa e i detriti lasciati da Swift-Tuttle. Questi appaiono nel cielo come delle stelle cadenti. Al momento non esiste la possibilità che ci imbatteremo nella cometa vera e propria. Non ci resta che augurarti una buona visione del cielo!

FONTE:

https://blogs.nasa.gov/Watch_the_Skies/2021/07/30/the-perseids-are-on-the-rise/

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.