Rinvenuto un meteorite risalente a 4,6 miliardi di anni fa

Rinvenuto un meteorite risalente a 4,6 miliardi di anni fa. La roccia è stata ritrovata in un campo in Inghilterra. Si tratta di un raro meteorite risalente ai primi periodi della formazione del sistema solare

Il meteorite è stato rinvenuto nel Gloucestershire a marzo scorso da Derek Robson, residente a Loughborough, in Inghilterra, e direttore dell’astrochimica presso l’EAARO, la East Anglian Astrophysical Research Organization. 

Il meteorite è stato ritrovato all’interno dell’impronta di un ferro di cavallo lasciato in un campo, secondo quanto riportato dall’Università di Loughborough.

Il meteorite rinvenuto

L’oggetto rinvenuto è una condrite carboniosa. Il meteorite appartiene quindi ad una categoria piuttosto rara. Questa costituisce solo una quantità che varia dal 4% al 5%, per quanto riguarda i meteoriti che sono stati individuati sulla Terra. 

Questa tipologia di meteoriti provengono direttamente dalla fascia di asteroidi situata tra Marte e Giove. La loro formazioni è avvenuta all’inizio della storia del sistema solare. 

Questo tipo di meteorite, stranamente, contiene molto spesso dei composti organici e di carbonio. Inoltre, possiede gli amminoacidi che costituiscono i mattoni fondamentali della formazione della vita. Il loro contenuto solleva molti quesiti sul fatto che questi meteoriti contengano degli indizi su come gli esseri viventi siano emersi per la prima volta nel sistema solare. 

Il pezzo di roccia individuato, a differenza di altri detriti spaziali, non ha dovuto resistere a delle violente collisioni e al calore intenso, presenti durante la creazione dei pianeti e delle lune del sistema solare.

Shaun Fowler, un microscopista dell’Università di Loughborough, ha specificato che: “Il meteorite rinvenuto è rimasto là fuori, oltre Marte, intatto, prima che uno dei qualsiasi pianeti del sistema solare si andasse a creare. Questo significa che abbiamo la rara opportunità di esaminare un pezzo del nostro passato primordiale”.

Le informazioni del meteorite

La roccia è piuttosto piccola, color carbone e fragile, come una specie di pezzo di cemento sgretolato. Shaun Fowler, ha spiegato che il meteorite è composto principalmente da minerali come olivina e fillosilicati. Inoltre, presenta dei grani rotondi, chiamati condrule. Questi erano come delle perline parzialmente fuse incorporate nell’asteroide, presenti nel momento in cui si è formato.

Shaun Fowler, ha dichiarato che: “La composizione è diversa da qualsiasi cosa si possa trovare qui sulla Terra. Inoltre, è potenzialmente diversa da qualsiasi altro meteorite che abbiamo trovato. Il meteorite, forse, contiene una struttura chimica o fisica precedentemente sconosciuta, mai vista prima in altri campioni di meteoriti registrati fin’ora”.

Nel meteorite, attraverso l’utilizzo di un microscopio elettronico, sono state individuate delle perline minerali sferiche chiamate condrule

I ricercatori della Loughborough University e dell’EAARO si stanno avvalendo della microscopia elettronica, per analizzare la superficie del meteorite, arrivando fino ad una dimensione corrispondente al nanometro, e quindi ad un miliardesimo di metro. Inoltre, stanno utilizzando delle tecniche chiamate spettroscopia vibrazionale e diffrazione dei raggi X. Queste consentono loro di approfondire la chimica struttura dei minerali contenuti nel meteorite. 

Conclusioni

Se il team riuscisse a confermare la presenza di amminoacidi nel campione, i risultati ottenuti potrebbero rivelare delle nuove informazioni su come la prima geochimica del sistema solare, ha posto le basi per la vita. L’esame del meteorite si trova attualmente in una fase iniziale. 

Sandie Dann, chimico della Loughborough University, conclude affermando che: “In questa fase abbiamo imparato molto al riguardo, ma abbiamo appena iniziato a scalfire la superficie”.

FONTE:

https://www.space.com/rare-carbonaceous-carbonate-meteorite-found

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.