venerdì, Maggio 7

La NASA estende la missione di Ingenuity

La NASA ha da poco annunciato di voler estendere la missione di Ingenuity su Marte. L’agenzia americana, visto il grande successo dei primi tra voli del drone, ha deciso di passare da una fase dimostrativa ad una operativa.

La missione di Ingenuity, adesso, sarà quella di supportare il Perseverance Rover della NASA, agevolando così la ricerca di segni di vita. La nuova fase avrà una durata di 30 giorni marziani. Il team di Ingenuity spera di poter ulteriormente estendere la missione dell’elicottero.

MiMi Aung, project manager di Ingenuity, ha dichiarato che: “Le prestazioni tecniche sono state fantastiche e stanno superando tutte le nostre aspettative. Non posso dirti quanto siamo entusiasti di questa nuova fase”.

NASA: i voli di Ingenuity

Il volo di Ingenuity, effettuato il 19 aprile, è entrato nella storia come il primo volo controllato a motore su un altro pianeta. L’elicottero, che presenta un peso di 1,8 kg, è decollato nell’atmosfera marziana, che risulta essere estremamente sottile, rimanendo sospeso ad un’altezza di 2 m per circa 40 secondi prima di atterrare.

Il secondo e il terzo volo, invece, hanno permesso all’elicottero di volare molto più lontano, raggiungendo un’altezza di 5 m prima di accelerare lateralmente per 2,50 m, ritornando poi al punto di atterraggio.

Il piano originale della missione della NASA, era quello di far effettuare altri due voli, portando così a termine la dimostrazione tecnologica di Ingenuity. Ma l’annuncio della NASA, effettuato venerdì scorso, ha cambiato totalmente la rotta. Infatti, l’agenzia spaziale statunitense è così soddisfatta delle prestazioni dell’elicottero, che ha deciso di esplorare le capacità di Ingenuity in un modo del tutto nuovo.

Bob Balaram, l’ingegnere capo di Ingenuity, ha dichiarato che: “Ha cavalcato il vento, ha decollato in maniera impeccabile, tutti i sistemi di ingegneria, il pannello solare, la batteria, la radio hanno funzionato perfettamente. Insomma, tutto è risultato semplicemente sorprendente”.

NASA: nuovo obiettivo per Ingenuity

Ingenuity, adesso, avrà l’obiettivo di agevolare il rover Perseverance durante lo svolgimento del suo programma scientifico. L’elicottero accompagnerà il rover durante le ricerche sul cratere Jezero.

Ingenuity, durante la nuova fase operativa, dovrà volare fino ad un chilometro di distanza davanti al rover. In questo modo potrà esplorare le promettenti caratteristiche geologiche del cratere. La partecipazione di Ingenuity sarà fondamentale per esplorare zone che Perseverance non può raggiungere.

L’elicottero avrà l’obiettivo di realizzare delle mappe altimetriche digitali. Gli scienziati, in questo modo, potranno comprendere meglio il terreno di Marte. Una grande speranza è che questa nuova missione possa dimostrare in quale modo la mobilità aerea riesca ad aiutare le future missioni.

Il quarto volo di Ingenuity

Il quarto volo di Ingenuity, avvenuto venerdì scorso, ha dato il via al passaggio ad una fase operativa. Il piano prevedeva un volo di 266 m di andata e ritorno in totale. Inoltre, l’elicottero avrebbe dovuto scattare 60 immagini in bianco e nero e cinque immagini a colori. La NASA ha già confermato che l’elicottero ha volato molto più lontano e più velocemente che mai.

I dati raccolti durante l’ultimo volo di Ingenuity aiuteranno il team ad individuare un nuovo campo di atterraggio, missione che avverrà tra circa una settimana. L’elicottero dovrà quindi dirigersi verso il nuovo punto di atterraggio, così da cominciare la fase successiva della sua missione.

La NASA riconosce che la fase successiva spingerà l’elicottero ad oltrepassare i suoi limiti. Nonostante ciò, spera che l’elicottero riesca a portare a termine la nuova missione. Ingenuity, del resto, è stato progettato solo come dimostrazione tecnologica.

MiMi Aung, conclude spiegando che: “Ora sorvoleremo terreni non rilevati e ci trasferiremo in punti di atterraggio che non sono stati ben caratterizzati. Per queste ragioni esiste una maggiore probabilità di un brutto atterraggio. Ogni giorno celebreremo la sopravvivenza di Ingenuity, e che riesca a portare a termine anche gli obiettivi non prefissati”.

Fonte:

https://www.bbc.com/news/science-environment-5695175

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: