venerdì, Maggio 7

Lord Raglan, il generale che passò alla Storia per…una manica

Lord FitzRoy James Henry Somerset, conosciuto successivamente come Lord Raglan ha rappresentato un tipico ufficiale britannico. Dotato di coraggio fuori dal comune e di ineccepibile dedizione, difettava però di particolare acume tattico e strategico. Il suo nome passerà alla storia proprio per le manchevolezze di cui abbiamo accennato, sia, più curiosamente, per essere stato l’ideatore delle cosiddette “maniche alla raglan“.

Una carriera militare

Nato a Badminton il 30 settembre 1788, ottavo e ultimo dei figli di Henry Somerset, V duca di Beaufort e di sua moglie Elizabeth Somerset, ebbe una rigida educazione militare. Nel 1808 viene promosso Capitano e poco dopo arrivò la sua nomina ad aiutante di campo del duca di Wellington (nel luglio del 1808).

Lord Raglan partecipa, sempre al seguito di Wellington, a tutte le guerre napoleoniche finché, nella decisiva battaglia di Waterloo, viene gravemente ferito al braccio destro. I chirurghi per salvargli la vita si vedono costretti ad amputargli l’arto. Il giovane Lord, all’epoca ventisettenne, era davvero il prototipo di un certo tipo di ufficiale britannico, magari un po’ ottuso ma indiscutibilmente coraggioso.

Al termine dell’intervento chiede ai medici di ricercare il moncherino del braccio per recuperare l’anello che la moglie gli aveva regalato. La menomazione non fermerà la carriera militare di Lord Raglan. Promosso colonnello e nominato aiutante di campo del principe reggente il 28 agosto 1815, venne nominato cavaliere dell’Ordine Militare di Massimiliano Giuseppe di Baviera il 3 ottobre 1815. Rimase in Francia con l’esercito d’occupazione sino a maggio del 1816, poi tornò al suo posto di segretario dell’ambasceria inglese a Parigi.

Rientrato in patria verrà eletto in Parlamento tra i deputati tory ma la sua carriera politica non durerà molto, perderà il seggio nelle elezioni del 1820.

L’incarico della vita

Ben altri sviluppi invece ha la sua carriera militare. Sempre grazie al suo mentore, il Duca di Wellington, divenuto nel 1827, Comandante in capo delle forze armate inglesi, Lord Raglan ottiene la promozione a Tenente Generale nel 1838. Ma l’incarico più importante della vita gli viene conferito il 21 febbraio 1854, quando viene nominato comandante del corpo di spedizione britannico in Crimea.

In questa disgraziata guerra per gli inglesi, Lord Raglan si contraddistinse per una serie di errori ed esitazioni tattiche che misero in luce tutti i suoi limiti militari e caratteriali. Sua, in parte, è la responsabilità della disastrosa e leggendaria carica della cavalleria inglese in quel di Balaclava.

Una fine ingloriosa

Deriso dalla stampa britannica e dallo stesso governo per la scarsa capacità tecnica e tattica dimostrate durante la guerra di Crimea e ancora di più durante l’Assedio di Sebastopoli (1854-1855), dove in pieno inverno i suoi uomini si trovarono senza cibo e vestiario adeguati, la salute fisica e psichica di Lord Raglan iniziò a declinare.

Si spense sul fronte di guerra, a Sebastopoli il 28 giugno 1855, a causa della dissenteria e dello stato depressivo in cui era precipitato .

Le maniche alla raglan

Il suo nome è comunque passato alla storia nel campo della moda, perché, per nascondere meglio la mutilazione del braccio destro, si faceva confezionare dei cappotti la cui manica si attaccava direttamente al collo del capo di vestiario con una cucitura diagonale che va direttamente dall’ascella alla clavicola.

Questo tipo di manica si chiama ancora oggi “alla raglan” ed è possibile notarla negli abiti sportivi e nell’abbigliamento per praticare esercizi dal momento che l’ampia manica consente di avere maggiore agilità nei movimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: