SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

Ingenuity: il primo storico volo su Marte

Ingenuity ha effettuato il primo storico volo su Marte. L’elicottero della NASA ha immortalato le riprese mentre si librava sulla superficie marziana. Oggi, 19 aprile 2021, l’elicottero Ingenuity ha portato con successo a termine il primo volo a motore controllato su un altro pianeta.

Ingenuity, ha utilizzato le telecamere in dotazione per la navigazione. Queste sono in grado di seguire, in maniera del tutto automatica, il suolo mentre viene effettuato il sorvolo. L‘elicottero Ingenuity della NASA è così divenuto il primo aereo della storia a effettuare un volo controllato su un altro pianeta.

Il team Ingenuity, del Jet Propulsion Laboratory dell’agenzia nel sud della California ha confermato che il volo è riuscito. La conferma è arrivata grazie ai dati raccolti dall’elicottero, che sono stati poi inviati al rover Perseverance Mars alle 6:46 EDT (3:46 PDT).

L’amministratore della NASA, Steve Jurczyk, ha dichiarato che:Ingenuity è l’ultimo progetto di una lunga e leggendaria lista di missioni della NASA, che riescono a raggiungere un obiettivo di esplorazione spaziale ritenuto fin’ora impossibile”.

Steve Jurczyk, continua affermando che: L’X-15 è stato un esploratore dello space shuttle. Il Mars Pathfinder e il suo rover Sojourner hanno fatto lo stesso per tre generazioni di rover su Marte. Non sappiamo esattamente dove ci porterà Ingenuity, ma i risultati di oggi indicano che il cielo, almeno su Marte, potrebbe non essere più un limite”.

Ingenuity: i dati del primo volo

L’elicottero a energia solare è entrato in azione per la prima volta alle 9:34 ora italiana, corrispondenti alle 12:33 Local Mean Solar Time, orario marziano. Il team di Ingenuity è riuscito a stabilire che l’elicottero ha condizioni energetiche e di volo ottimali.

I dati dell’altimetro rilevano che Ingenuity è riuscito a giungere ad un’altitudine di 3 metri e ha mantenuto un volo stazionario stabile per 30 secondi. Successivamente, dopo aver effettuato 39,1 secondi di volo, è tornato di nuovo sulla superficie di Marte. Si aspettano ulteriori dati del test, che verranno forniti nei prossimi downlink.

La dimostrazione di volo iniziale di Ingenuity è avvenuta in maniera autonoma, attraverso i sistemi di guida, di navigazione e di controllo presenti a bordo. I dati raccolti sono stati inviati dal pianeta rosso per centinaia di milioni di chilometri grazie ai satelliti in orbita e al Deep Space Network, della NASA. Ingenuity, non può essere pilotato ne tanto meno osservato in tempo reale dalla Terra.

Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA, dopo che è avvenuto il volo, ha annunciato che: “Oggi, 117 anni dopo che i fratelli Wright sono riusciti a fare il primo volo sul nostro pianeta, l’elicottero Ingenuity della NASA è riuscito a compiere questa straordinaria impresa su un altro mondo”.

Zurbuchen, continua affermando che: “Sebbene questi due momenti iconici nella storia dell’aviazione possano essere separati dal tempo e da 173 milioni di miglia di spazio, ora saranno collegati per sempre. Il luogo in cui è stato eseguito il volo, che sarà dedicato ai due innovativi produttori di biciclette di Dayton, in riconoscimento dell’ingegnosità e dell’innovazione che continuano a spingere l’esplorazione, sarà intitolato Wright Brothers Field”.

L’elicottero Ingenuity: molte incognite

L’elicottero Ingenuity, da 49 centimetri, essendo un progetto tecnologico dimostrativo, non contiene strumenti scientifici all’interno della sua fusoliera. Il rotorcraft di 1,8 kg ha lo scopo di dimostrare se la futura esplorazione del pianeta rosso, potrebbe includere una prospettiva aerea.

Questo primo volo effettuato da Ingenuity era pieno di incognite. Infatti, Marte possiede una gravità significativamente inferiore, un terzo di quella terrestre. Inoltre, ha un’atmosfera estremamente sottile con solo l’1% della pressione sulla superficie rispetto al nostro pianeta. Queste condizioni creano un attrito inferiore delle molecole d’aria sulle pale del rotore di Ingenuity, larghe 1,2 metri.

Michael Watkins, direttore del JPL, ha spiegato che: “Il progetto Mars Helicopter è passato dallo studio di fattibilità del nostro “cielo blu” ad un concetto ingegneristico praticabile, fino al raggiungimento del primo volo su un altro mondo in poco più di sei anni”.

Michael Watkins, continua spiegando che: “Il fatto che questo progetto abbia raggiunto un primato così storico è una testimonianza dell’innovazione e della tenacia del nostro team qui al JPL, così come nei centri di ricerca Langley e Ames della NASA e dei nostri partner industriali. Il progetto è un brillante esempio del tipo di idea tecnologica presente al JPL, che si adatta perfettamente agli obiettivi di esplorazione della NASA”.

Ingenuity e il rover Perseverance

Il rover Perseverance, durante il volo di Ingenuity, non ha solamente agito come un relè di comunicazione tra l’elicottero e la Terra, ma ha anche documentato le operazioni di volo con le sue telecamere. Le immagini del Mastcam-Z e Navcam del rover forniranno molti dati aggiuntivi sul volo dell’elicottero.

Il team di Ingenuity, nel corso dei prossimi giorni, analizzerà tutti i dati e le immagini del test. Una volta effettuate tutte le analisi verrà progettato un piano per il secondo volo di prova sperimentale, non prima del 22 aprile.

Per ulteriori informazioni su Ingenuity:

https://go.nasa.gov/ingenuity-press-kit

e

https://mars.nasa.gov/technology/helicopter

Video:

Fonte:

https://www.nasa.gov/press-release/nasa-s-ingenuity-mars-helicopter-succeeds-in-historic-first-fligh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: