venerdì, Maggio 7

Portate alla luce nuove specie di dinosauro carnivoro in Argentina

Un team di paleontologi argentini ha scoperto un nuovo genere e una nuova specie di dinosauro abelisauride furileusaurian (lucertola dalla schiena rigida) chiamato Llukalkan aliocranianus.

Il Llukalkan aliocranianus ha vagato per il nostro pianeta durante l’epoca del tardo Cretaceo, circa 80 milioni di anni fa.

Il dinosauro era un membro degli Abelisauridae , una famiglia di grandi predatori conosciuti dall’antico supercontinente Gondwana.

Caratteristiche

Il suo corpo misurava 5 metri ed era caratterizzato da un morso estremamente potente: denti molto affilati, artigli enormi e un acuto senso dell’olfatto.

Questa specie si contraddistingueva anche per uno strano teschio corto con ossa ruvide, quindi in vita la sua testa aveva rigonfiamenti e prominenze come alcuni rettili viventi.

Ma la caratteristica più distintiva del Llukalkan aliocranianus è un piccolo rigonfiamento posteriore pieno d’aria nella zona dell’orecchio medio che non è mai stato visto in nessun altro abelisauride trovato finora“, ha spiegato Ariel Mendez, una paleontologa presso l’Istituto di geologia e Paleontologia della Patagonia. “Questa scoperta implica un adattamento uditivo diverso da altri abelisauridi e probabilmente un senso dell’udito più acuto.

Nell’immagine: ricostruzione del cranio e della mandibola completi di Llukalkan aliocranianus , dal tardo Cretaceo della provincia di Neuquén, Argentina, nella parte laterale sinistra. Le ossa conservate si trovano nelle loro presunte posizioni naturali. Le parti e le ossa non conservate sono rappresentate in grigio. L’osso prearticolare ha una posizione mediale, lateralmente coperta dall’angolare e dal surangolare. Credit: Gianechini et al.

Il ritrovamento

I resti cranici fossilizzati del Llukalkan aliocranianus sono stati recuperati dalla Formazione Bajo de la Carpa nell’area fossile di La Invernada nella Patagonia nord-occidentale, in Argentina.

Secondo il team, l’antico predatore viveva nella stessa piccola area e nel periodo di tempo del Viavenator exxoni, un’altra specie di abelisauride furileusaurian dalla formazione Bajo de la Carpa.

Questa è una scoperta particolarmente importante perché suggerisce che, durante il periodo del crepuscolo dei dinosauri, la diversità e l’abbondanza di abelisauridi erano notevoli, non solo in tutta la Patagonia, ma anche in aree più locali”, ha spiegato il dott. Federico Gianechini, paleontologo del National Università di San Luis.

Il Llukalkan aliocranianus era simile per molti aspetti al Viavenator exxoni , tranne per il fatto che era più piccolo. Inoltre i fori nel cranio attraverso i quali passavano le vene erano più grandi e più ampiamente separati dalla cresta sopraoccipitale.

Questa scoperta suggerisce anche che probabilmente ci sono più abelisauridi che non abbiamo ancora trovato. Quindi cercheremo altre nuove specie per una migliore comprensione del rapporto tra furilesaurs“, ha detto il concluso Gianechini.

Fonte: http://www.sci-news.com/paleontology/llukalkan-aliocranianus-09508.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: