venerdì, Maggio 7

Giorno: 28 Marzo 2021

Ecco le strutture dell’universo primordiale
Astronomia, Scienza

Ecco le strutture dell’universo primordiale

Tre astrofisici delle università di Göttingen e Auckland, in Nuova Zelanda, sono riusciti a ricreare le primissime strutture dell’universo primordiale, attraverso una simulazione computerizzata. In questo modo hanno scoperto che già durante il primo trilionesimo di secondo, avvenuto subito dopo il Big Bang, si potrebbe essere creata una complessa rete di strutture. Questa condizione avrebbe generato un rumore di fondo di onde gravitazionali. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Physical Review D. Le strutture dell’universo primordiale I risultati ottenuti dalla simulazione hanno messo in evidenza la formazione di strutture minuscole, ed estremamente dense, immediatamente dopo la fase di inflazione dell'universo primordiale. I primi istanti dell'universo...
Luna del verme. Ecco il momento migliore per vederla
Astronomia

Luna del verme. Ecco il momento migliore per vederla

La Luna del verme raggiungerà il suo picco massimo questa sera. La superluna sarà la quarta del 2021 per quanto riguarda la sua luminosità, secondo la Earth Sky. Il nostro satellite apparirà di dimensioni maggiori grazie alla vicinanza con il nostro pianeta, regalando così un magnifico bagliore. Secondo la NASA la Luna diventerà piena dalle 20:48, è sarà la prima superluna dell'anno. La Luna del verme, al livello astronomico sarà agevolata dalla sua posizione rispetto alla Terra. Quest'ultima, infatti, si troverà perfettamente posizionata tra il satellite e il Sole. Luna del verme La fase di Luna piena avviene all'incirca una volta al mese, più precisamente arriva ogni 29,5 giorni. Ad ogni Luna piena è stato attribuito un nome differente dalle popolazioni, ognuna delle quali la i...
Le simulazioni di supernova rivelano come le esplosioni stellari modellano le nuvole di detriti
Astronomia, Scienza

Le simulazioni di supernova rivelano come le esplosioni stellari modellano le nuvole di detriti

Gli astronomi sono finalmente in grado di interpretare le osservazioni dei resti di supernova, grazie alle simulazioni al computer, fatte degli astrofisici dell’istituto giapponese RIKEN. Infatti, le simulazioni di supernova rivelano come le esplosioni stellari modellano le nuvole di detriti. Quando alcuni tipi di stelle muoiono, si spengono in un “tripudio di gloria” con un'esplosione incredibilmente potente nota come supernova. Le supernove di tipo Ia, si formano da un’esplosione di una nana bianca che ha bruciato il suo combustibile a idrogeno. La materia che scorre da una stella compagna, può far partire una reazione di fusione nucleare, innescando una massiccia conflagrazione che crea molti degli elementi più pesanti dell'Universo. Questi vengono...