SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

La più antica ricetta di birra della storia

La birra è probabilmente la bevanda alcolica più vecchia della storia dell’umanità. Si suppone che già dal 7000 a.e.v. bevande simili siano state prodotte dai nostri antenati. Poiché quasi qualsiasi sostanza contenente carboidrati, come ad esempio zucchero e amido, può andare naturalmente incontro a fermentazione, è probabile pane e birra siano prodotti alimentari coevi.

Pane e birra

Essendo, infatti, le materie prime le stesse per entrambi gli alimenti è solo questione di proporzioni. Se si metteva più farina che acqua e si lasciava fermentare si otteneva il pane; se invece si invertivano le quantità mettendo più acqua che farina, dopo la fermentazione si otteneva la birra.

Le prime testimonianze concrete sulla produzione ed il consumo di birra risalgono comunque ai Sumeri. Kas era il nome che questo popolo dava alla bevanda fermentata, termine che può essere tradotto come “ciò che la bocca desidera”. La birra era così apprezzata dal popolo sumero che veniva associata alla dea Ninkasi.

La più antica ricetta conosciuta

In un’ode alla divinità risalente al terzo millennio a.e.v. è riportata la più antica ricetta conosciuta per fare la birra della storia dell’umanità. Ecco di seguito il testo.

«Ninkasi, tu sei colei che cuoce il bappir (pane d’orzo) nel grande forno, e mette in ordine i mucchi di grano sgusciati. Tu sei colei che innaffia il malto coperto di terra, a cui i nobili cani fanno la guardia persino contro i potenti. Ninkasi, tu sei colei che intinge il malto in un orcio, le onde si alzano, le onde cadono. Tu sei colei che stende l’infuso cotto di malto su larghe stuoie di canne, per poi aspettare che si raffreddi. Ninkasi, tu sei colei che regge con entrambe le mani il grande mosto di malto, facendolo fermentare con miele e vino. Tu sei colei che pone il tino per il filtraggio, che produce un suono soave, su una larga tinozza raccoglitrice. Oh Ninkasi, quando poi versi la birra filtrata dalla tinozza, questa si riversa impetuosa come il Tigri e l’Eufrate».

La birra Ninkasi

Nel 1989 la Anchor Brewing Company ha prodotto un’edizione limitata di birra sotto l’etichetta Ninkasi, basata su una dotta ricostruzione dell’antica ricetta sumera. La ricetta inizia con pane di orzo cotto due volte, noto col nome di bappir e con il malto: la preparazione viene addolcita con miele e datteri. L’assenza di luppolo e la particolare composizione conferiva a queste edizione limitata di “birra sumera” un sapore dolciastro, simile al sidro di mele.

Come fare la birra in casa, acquista QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: