venerdì, Maggio 7

Mese: Gennaio 2020

La mappa della diffusione del coronavirus
Medicina

La mappa della diffusione del coronavirus

Gli scienziati del Center for Systems Science and Egineering del dipartimento di Ingegneria Civile e dei Sistemi della John Hopkins University sta tenendo traccia in tempo reale della diffusione del contagio del virus, nato nella città cinese di Wuhan.  Chi vuole può consultare la mappa cliccando qui. Ma cosa ci dice questa mappa rispetto ai rischi connessi a questa epidemia che potrebbe trasformarsi in una vera e propria pandemia? Al di là dei casi confermati in seguito ad analisi (e che sono ovviamente soltanto una parte degli infettati dal virus 2019-NCoV) e che sono su base mondiale ad ora 9776, quello che è inquietante è che il virus è ormai approdato in altri 22 Stati, tra cui l'Italia con i primi due casi conclamati di una coppia di tu...
Coranavirus di Wuhan, nuova  peste o  psicosi globale?
Medicina

Coranavirus di Wuhan, nuova peste o psicosi globale?

https://www.youtube.com/watch?v=VA9G1VCnOFY Il coranavirus che ha scatenato un focolaio epidemico inizialmente nella città di Wuhan e che poi si è diffuso nel resto della Cina e da li, attraverso casi per adesso relativamente isolati, in diversi altri paesi del mondo sta ingenerando una vera e propria psicosi globale. Ma ci troviamo davvero di fronte ad una sorte di "nuova peste"? Ad oggi, 31 gennaio 2020, i dati ci dicono il contrario. Le persone infettate dal virus sono poco più di 10.000 anche se questi numeri potrebbero essere sotto stimati ed i decessi 213. Il tasso di mortalità, sempre ad oggi, si attesta tra il 2,5% ed il 3%. L'epidemia della SARS che colpì la Cina tra il 2002 ed il 2003 colpì oltre 8.000 persone e causò 750 decessi con un tasso di mor...
L’ordine dei Templari
Storia

L’ordine dei Templari

Nel XII secolo fiorirono una serie di particolari ordini religiosi che univano l'accettazione dei voti religiosi di castità, povertà ed obbedienza al dovere di lottare contro gli infedeli e proteggere i poveri e gli oppressi. Il più famoso e potente fu certamente l'Ordine dei Templari o più precisamente quello dei "Poveri compagni d'arme di Cristo e del Tempio di Salomone". La fondazione dei templari avvenne, secondo il cronista Guglielmo di Tiro, nel 1118, quando: "alcuni nobili cavalieri, pieni di devozione per Dio, religiosi e timorati di Dio, rimettendosi nelle mani del signore patriarca per servire Cristo, professarono di voler vivere perpetuamente secondo le consuetudini delle regole dei canonici, osservando la castità e l’obbedienza e rifiutando ogni proprietà. Tra ...
I buchi bianchi
Fisica

I buchi bianchi

https://www.youtube.com/watch?v=bemwe7ZjdqE Alcune soluzioni delle equazioni della relatività generale ammettono l'esistenza non soltanto dei buchi neri ma anche di oggetti che sono stati definiti come buchi bianchi. In realtà i buchi bianchi potrebbero esistere soltanto se l'Universo nel momento del Big Bang abbia avuto determinate e precise condizioni iniziali. Chiariamo subito che si tratta di oggetti teorici, derivati dalla matematica della relatività generale ed al momento assolutamente non dimostrati. Tali oggetti sarebbero l'opposto dei buchi neri ed espellerebbero materia ed energia (invece di risucchiarla) nell'universo. Anche le loro singolarità sarebbero differenti e sancirebbero l'inizio del tempo invece che la fine del tempo. Albert Einstein e Nathan Ros...
L’assedio di Giarabub
Storia

L’assedio di Giarabub

L'oasi di Giarabub si trova nel deserto libico a circa 320 km a sud di Bardia e 65 km dal confine con l'Egitto e a più di 200 km dal mare. Fin dal 1925 possedeva una guarnigione italiana, dopo essere stata ceduta alla Libia dall'Egitto per decisione britannica. Si trattava di un piccolo agglomerato di case, fortini, qualche ciuffo di palme che godeva di un rifornimento di acqua salmastra. Tra la fine del 1940 e gli inizi del 1941 con l'Armata italiana in rotta per tutta la Cirenaica incalzata dalle forze britanniche l'oasi di Giarabub viene tagliata fuori e si ritrova ben presto sotto assedio da parte delle truppe australiane, in forza alla Western Desert Force. Il presidio italiano era costituito da 1350 soldati più 800 unità libich...