• 9 Novembre 2021 21:52

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

La guerra del Vaticano: i conti correnti segreti dei Papi

DiNatale Seremia

Lug 15, 2019 ,

E’ estremamente difficile e complesso muoversi all’interno della contorta ramificazione finanziaria del Vaticano dove proliferano un’enormità di conti correnti alcuni dei quali veramente singolari. Nel 2015 erano ancora aperti quattro conti intestati al “Giubileo 2000” due presso l’Apsa (Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica) dove la Segreteria di Stato ne gestisce ben otto. Uno di questi è intestato a «Radio vaticana, redazione slovacca», con saldo di 134mila dollari.

Scavando tra carte spesso segretate, giornalisti come Gianluigi Nuzzi, grazie alla “gola profonda” Paolo Gabriele, maggiordomo di Papa Ratzinger ha scoperto ad esempio che Benedetto XVI il 10 ottobre 2007 ha disposto l’apertura del conto 39887 presso il famigerato Ior per farvi confluire da una società il 50% dei diritti d’autore delle oltre 130 opere pubblicate. Sul conto sono finite negli anni somme consistenti, come i 2,4 milioni di euro fatti recapitare nel marzo del 2010 per conto della Fondazione Joseph Ratzinger Benedetto XVI.

Da documenti inediti inviati dalla Segreteria di Stato nel 2014 sono emersi conti correnti ancora attivi intestati a papi ormai deceduti. In particolare, è ancora aperto il conto di papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani). Ha come intestazione il numero 26400-018, seguito dall’indicazione testuale «Sua Santità Giovanni Paolo I». Presenta un saldo di 110.864 euro.
A quasi 40 anni dalla scomparsa è incredibilmente ancora attivo anche il conto intestato a Paolo VI, anzi i conti visto che sono ben due. Il «Conto personale di Paolo VI» n. 26400-042, con un saldo di 125.310 euro, e un altro conto, il n. 26400-035, con un saldo di 296.151 dollari.

Ci sono domande che sorgono spontanee ed al momento senza risposte. Quanti altri conti intestati ad altri Pontefici vi sono? Sono ancora operativi? Chi li gestisce, visto che gli intestatari, a parte Benedetto VI, sono defunti da tempo?

Qualcuno vi movimenta somme di denaro? Forse un erede? Ma a che titolo gode di un conto allo Ior visto che la banca non prevede depositi di laici?

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.