• 15 Novembre 2021 13:32

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Sunfall di Jim Al Khalili

Cosa succede  quando a scrivere un romanzo  di fantascienza è un grande  fisico teorico nonché strepitoso divulgatore scientifico? Nel  caso  di “Sunfall” pubblicato  da Bollati Boringhieri il risultato non poteva che essere straordinario visto che l’autore  è Jim Al Khalili,  fisico teorico, esperto di biologia quantistica e soprattutto grandissimo  divulgatore.
Autore di saggi  di divulgazione scientifica,  veri e propri best seller  del genere, come  “La  fisica dei perplessi”“La fisica del  diavolo”, il romanzo che poggia  su solidissime  basi scientifiche associa ad un  ritmo incalzante,  una tensione al  livello della migliore fantascienza. Sunfall è uno sguardo su un futuro  possibile e  potenzialmente vicino che ci porta ad interrogarci sulla  precarietà del nostro pianeta e quindi sulla  fragilità della nostra stessa  sopravvivenza. 

Siamo nel 2041 ed il campo magnetico della Terra si è fortemente indebolito, questa situazione rende il nostro pianeta particolarmente vulnerabile alle esplosioni di massa coronale solare. La Terra è fuori controllo e le autorità mondiali stanno nascondendo la verità sulla catastrofe imminente per non seminare il panico. Toccherà a quattro scienziati, due uomini e due donne, far ricorso a tutto il  proprio sapere, al proprio coraggio e alla propria inventiva per salvare il pianeta.  Scienza e fantascienza vanno a braccetto in questo romanzo  che si  divora  in poche ore.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.