Fermi e le padelle di stagno

Si  racconta che un giorno Enrico Fermi (1901-1954), Premio Nobel della  Fisica  nel 1938, durante una lezione chiese  ad un suo studente:  Il punto di ebollizione dell’olio  d’oliva è più alto  del punto di fusione dello stagno. Spieghi come è possibile friggere del  cibo  con olio d’oliva nelle padelle il cui fondo  è spesso fatto di rame  stagnato?  

Non sappiamo cosa rispose esattamente lo sbigottito studente ma la risposta a questo piccolo enigma è molto semplice.

Quando  il cibo frigge non è l’olio a bollire ma l’acqua presente  nei cibi e ovviamente la temperatura di ebollizione dell’acqua è inferiore alla temperatura di fusione dello stagno.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.