• 17 Novembre 2021 8:34

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

I mezzi speciali del D-Day: Churchill Crocodile

DiNatale Seremia

Set 16, 2018

Il Churchill Crocodile era una delle molteplici varianti del  Mk IV Churchill  il carro armato più versatile  prodotto dalla Gran Bretagna durante il secondo conflitto mondiale, famoso per la sua spessa corazza, la sua robustezza e la sua facilità di impiego come veicolo duttile e robusto.

Il Crocodile  fu l’unico carro lanciafiamme  impiegato dai britannici durante la guerra. Il  modello si era ispirato ad un carro armato italiano,  prodotto già  nel 1935, la versione lanciafiamme  dell’Ansaldo L3.    Il  tubo del lanciafiamme  sostituiva sullo  scafo la mitragliatrice Besa 7,92mm. Il  fluido combustibile  arrivava al  tubo lanciafiamme attraverso un condotto corazzato  che  passava  sotto lo scafo.

Posteriormente  un tubo blindato lo  collegava ad un rimorchio che poteva  contenere fino a 1800 di fluido e le bombole di gas sotto pressione  (in genere nitrogeno) necessarie per ottenere il getto infuocato.

La gittata superava di poco i 100 metri e il Crocodile poteva sparare un unico, lungo e potente getto o frazionarlo in getti  più piccoli. Il rimorchio snodato per essere trainato più facilmente lungo terreni accidenti, in caso di necessità  poteva essere sganciato e lasciato sul posto.

Ne furono  prodotti circa 800 esemplari. Al termine del conflitto rimasero ancora in servizio  fino al 1951, trovando un’ultima applicazione bellica durante la  Guerra di Corea, dal 1950 al 1951, data del loro ritiro, con il 7th Royal Tank Regiment’s 29th Brigade. 

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.